meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 13°
Dom, 29/03/2020 - 22:20

data-top

domenica 29 marzo 2020 | ore 22:34
Storie
Un argomento sicuramente diverso, che non vuole togliere l'attenzione verso quelli che sono i problemi del momento, ma al contrario portare una ventata di leggerezza.
Politica - Conte, "ci abbracceremo"

Al centro di un'Italia che sta attraversando una crisi senza precedenti, spicca sicuramente la figura del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il premier italiano nel giro di poche settimane ha ottenuto un aumento considerevole di popolarità, non solo grazie al suo operato. Le sue capacità politiche e governative saranno presto messe al vaglio da esperti e tecnici, ma c'è una giuria popolare che vede nel premier l'immagine del leader ideale. Soprattutto tra il pubblico femminile non mancano apprezzamenti verso il politico elegante, misurato e sicuro di sè.  continua... »

I diversi 'volti' dell'emergenza Coronavirus. Alberto Garavaglia e la sorella Annalisa della 'Baita del Formaggio': dai mercati cittadini alle consegne casa per casa.
Commercio - Formaggi (Foto internet)

I tanti 'volti' dell'emergenza. Il lavoro che, inevitabilmente, si modifica e, poi, quell'attenzione e quell'impegno costante e quotidiano, da una parte per vivere, dall'altra per continuare ad offrire un servizio puntuale e specifico ai clienti, ma più in generale alla cittadinanza intera.  continua... »

La testimonianza di Silvia, una delle figlie di Roberto Simonin, tra i castanesi, purtroppo, deceduti nei giorni scorsi. "Era stato ricoverato a Busto Arsizio, positivo al Coronavirus".
Salute - Emergenza Coronavirus (Foto internet)

"Pronto, Silvia?": la voce è rotta dall'emozione, nel cuore e nella testa i tanti, tantissimi ricordi che, uno dopo l'altro, si fanno largo, perché solo pochi giorni prima suo papà se ne è andato per sempre. Era stato ricoverato in ospedale, positivo al Coronavirus, ma, purtroppo, non c'è l'ha fatta.  continua... »

Emergenza Coronavirus: non è facile per i grandi e medi Comuni, figuriamoci per una realtà che non arriva nemmeno a 1000 abitanti. Eppure Nosate c'è e sta dimostrando le sue qualità.
Nosate - La piazza Borromeo (Foto d'archivio)

Piccolo di nome (o meglio per abitanti), ma grande di fatto (anzi nei fatti). Perché se è tutt'altro che semplice per le grandi e medie realtà, figuriamoci per chi non arriva nemmeno a 1000 residenti. Eppure Nosate c'è e sta rispondendo in maniera importante. La battaglia contro il Coronavirus, insomma, si affronta e si vince assieme, collaborando, coordinandosi e ognuno facendo la sua parte. E questo, beh... il paesino del Castanese l'ha capito fin da subito.  continua... »

In un mondo dove la maschera delle persone questa volta si vede. c’è spazio anche per l’uomo smascherato purché responsabile e cosciente.
Salute - L'uomo mascherato

Ve lo ricordate l’Uomo mascherato, probabilmente no e in fondo anche io ne ho un vaghissimo ricordo di questo personaggio dei fumetti che risale alla fine degli anni ’30 ma che ha poi vissuto sulle pagine cartacee fino agli anni ’60.
 La maschera che ha caratterizzato fior di Supereroi e personaggi letterari, da Zorro a Batman, da Spider Man ai più recenti Incredibili e quanti più ne volete trovare.
 Ora torna di moda l’Uomo, e anche la Donna, mascherato, o meglio con la mascherina; una moda non voluta e purtroppo necessaria, ma che come abitudine Italiana è diventata l’ennesi  continua... »

A Cuggiono era conosciuto da tutti: una persona alla mano, sempre gentile, affabile e rispettosa. Un grande artista, con una sensibilità straordinaria.
Cuggiono - Giovanni Blandino (a destra nella foto)

Sono giorni che stanno coinvolgendo e sconvolgendo tutti. Ogni famiglia vive con ansia e angoscia queste interminabili giornate scandite da bollettini, speranze, preoccupazioni per i propri cari, desiderio di ritorno alla normalità. Lo è anche per noi che, fin dall'inizio, con i primi casi in Lombardia, stiamo raccontando e informando su questa pandemia. Oggi, purtroppo, dobbiamo raccontare un ennesimo decesso, che ha toccato tutti noi, e riguarda il padre di una nostra cara collaboratrice.  continua... »

Un bellissimo e importante gesto di solidarietà in un momento così complicato come quello dell'emergenza Coronavirus. Manuela Lietti e 1500 tute mediche per i 'nostri' ospedali.
Salute - Emergenza Coronavirus (Foto internet)

Un messaggio, quale segnale di speranza per il futuro e per dirle grazie. Grazie da parte di tutta la comunità di Magnago e Bienate, perché quel gesto è qualcosa che va al di là delle semplici azioni. E' una vera e propria forma di solidarietà e vicinanza in una situazione di grande difficoltà e criticità come quella che sta vivendo il nostro Paese.  continua... »

"Non mi sento per niente tranquilla qui. Così ho deciso di tornare a Milano. Prenderò un aereo che fa scalo a Monaco domenica. Non vedo l’ora. Situazione imbarazzante...".
Attualità - Emergenza Coronavirus a Londra (Foto internet)

Sono tantissimi gli italiani che si trovano all’estero per studio o per lavoro che stanno seguendo la drammatica escalation del COVID-19 nel nostro Paese da lontano, combattuti se rientrare in patria per stare vicini alla famiglia o se rimanere all’estero. È il caso di Camilla, 23 anni, milanese trasferita a Londra da settembre 2019  continua... »

"Un giorno quando tutto ció sará passato, per favore, non tornate a trattarci con prepotenza e saccenza, non tornate a pensare che sia assurdo laurearsi per diventare un infermiere!"
Salute - Infermiera con mascherina (foto internet)

C’è chi può e deve stare a casa. Ma c’è anche chi, in questo particolare periodo, ha dovuto e deve continuare a lavorare, per far andare avanti il nostro Paese, ma soprattutto per provare a tutelare la salute di tutti noi. Questo è il caso, per esempio, di Manuela (nome di fantasia, per rispetto e privacy sua e delle persone coinvolte), che da infermiera ha contratto il Coronavirus.  continua... »

Francesco De Dionigi, 23 anni, di Malvaglio, lavora all'Ospedale regionale Umberto Parini di Aosta: qui il picco di pazienti è atteso a fine mese ma "la situazione si sta già aggravando".
Storie - Francesco De Dionigi, infermiere

Sorride Francesco, anche se il suo sorriso si perde sotto tutti i dispositivi necessari per la protezione (al momento qui in Valle d'Aosta ci sono ancora buone scorte di materiale in questo senso): “Utilizziamo divise e calzari dedicati, un camice impermeabile completo di cappuccio, doppio paio di guanti, filtrante facciale FFP3, occhiali protettivi e visor. In queste condizioni lavorare non è il massimo...  continua... »