meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 11°
Mer, 16/01/2019 - 12:20

data-top

mercoledì 16 gennaio 2019 | ore 12:45
Storie
La cuggionese Anita Sapuppo con il suo lavoro da osteopata ha iniziato a seguire molti pazienti, tra cui alcuni 'vip', come Valentina Pegorer, la vincitrice della scorsa edizione di 'Pechino Express'.
Cuggiono - Anita Sapuppo e Valentina Pegorer

Passione per il lavoro, pazienza, costanza. Spesso si sente parlare dei ‘nostri’ giovani solo per la scarsa voglia di fare, le mancanze di certezze, l’incostanza nel perseguire gli obiettivi. Invece ci sono storie di ragazzi che, dopo studi e sacrifici, riescono a coronare i loro sogni, fino ad arrivare a ‘curare’ veri e propri Vip.  continua... »

La storia che arriva da Vanzaghello: un ragazzo guarisce improvvisamente da un grave problema alla vista dopo le tante preghiere e l'affidamento alla Vergine Maria.
Vanzaghello - La chiesa di Madonna in Campagna

Per chi ha fede sono interventi divini che agiscono dove non arriva la possibilità umana; per la scienza e la gente comune sono fatti non ancora spiegabili. Noi non lo chiameremo ‘miracolo’, però sicuramente è una splendida storia di Natale. Ma partiamo appunto dalla storia, raccontata sulla pubblicazione parrocchiale ‘Il Mantice’ di Vanzaghello: “Siamo una famiglia con tre figli di cui uno, Davide, è affetto da problemi di autismo.  continua... »

Solo 13 anni, una grande passione, e con le sue rinunce ridona luce a Cuggiono ed alla frazione di Castelletto. Una storia di Natale davvero speciale e particolare.
Cuggiono - Uno dei campanili illuminati da Samuele

L’innocenza dei ragazzi arriva dove non arrivano gli adulti. Samuele, giovane tredicenne di Castelletto, è il piccolo eroe del Natale cuggionese. Con la sua passione, caparbietà, risparmi personali, ha permesso di illuminare i campanili di tre chiese del paese. “La passione per le celle campanarie è nata in Samuele fin da piccolissimo, a due anni già guardava i campanili.  continua... »

Niccolò è un giovane costretto da sempre in stato vegetativo. Così Massimiliano Pandini, di Castelletto di Cuggiono, ha deciso di dedicare ogni corsa che farà proprio a lui".
Storie - Massimiliano Pandini

Il traguardo tagliato dopo ore ed ore, il sudore e la fatica, ma anche e soprattutto la consapevolezza che quella non era una gara come le altre. Quella, certo, in fondo però tutte quante, perché Massimiliano Pandini, fin dalla prima volta che ha incontrato Niccolò gli ha fatto una promessa (a lui ed alla mamma): “Correrò per te; quando parteciperò ad una competizione è come se tu sarai lì con me e insieme arriveremo alla fine”. E oggi, allora, il patto tra i due è diventato realtà.  continua... »

L'ha costruito la 16enne Greta Galli. Interamente di mattoncini, circa 250 pezzi totali, riesce a muovere le dita grazie a tre sensori. "I Lego sono sempre stati la mia passione".
Storie - Greta Galli con il braccio cibernetico fatto con i Lego

"E' solo un gioco", dicevano e dicono. Beh... ci mancherebbe, lo è, eccome, ma può essere anche molto di più. Provare per credere, volendo usare quel vecchio detto, o forse basterebbe semplicemente ascoltare la storia della giovanissima Greta Galli. Quando, insomma, i mattoncini sono sinonimo di creatività, ingegno e tecnica: già, perché la studentessa 16enne di Fagnano Olona, proprio utilizzando gli intramontabili Lego  continua... »

L'ex 5^ Geometri dell’Istituto Einaudi di Magenta ha deciso di ritrovarsi per un pranzo insieme. Di nuovo insieme, 50 anni dopo appunto avere conseguito il diploma.
Storie / Cuggiono - A 50 anni dal diploma...

Gli anni della scuola sono, per tutti, momenti indimenticabili in cui si ‘diventa’ adulti e si conoscono le persone che spesso rimangono gli amici per una vita. Proprio per questo motivo, a 50 anni dal termine del loro percorso didattico, la 5^ Geometri dell’Istituto Einaudi di Magenta ha deciso di ritrovarsi per un pranzo insieme. Racconti di vita, aneddoti sugli anni di scuola, il piacere di rivedere persone con cui si è cresciuti, in un tratto di percorso importante, per una bella giornata di festa. “Qualche capello in meno, qualche chilo in più...  continua... »

Più di cento anni di vita, trascorsi nel paese in cui è nata e nel quale è conosciuta e benvoluta: traguardi importanti, che Giuseppina Ghidoli può dire di aver raggiunto.
Cuggiono - Giuseppina con il parroco e il sindaco

Più di cento anni di vita, trascorsi nel paese in cui è nata e nel quale è conosciuta e benvoluta: traguardi importanti, che Giuseppina Ghidoli può dire di aver raggiunto. La cittadina cuggionese, infatti, ha appena compiuto 103 anni ed è in ottime condizioni di salute, tanto da aver assistito alla Messa domenicale poco dopo il suo compleanno, suscitando la sorpresa e la commozione dei presenti. Giuseppina Ghidoli è nata il 26 novembre del 1915 a Cuggiono e ha assistito, sin da giovanissima, la famiglia dell’avvocato Innaccaro, diventando praticamente una loro congiunta.  continua... »

Da Casate a Trecate la bellissima storia degli 'Arboricantum'. "Ciò che nasce è un suono equilibrato, ogni volta unico e diverso, in grado di meravigliare e stupire".
Storie - 'Arboricantum'

Non è solo musica. È la forza della natura che si unisce ad una delle più nobili tra le arti, per dare vita a qualcosa di unico e sconvolgente. Loro sono gli Arboricantum: Graziano Genoni e Lorenzo Arco, regista e videomaker il primo e insegnante di elettronica il secondo. Inseparabili compagni di viaggio accomunati da un’unica grande passione: la musica. I due artisti, circa un anno fa, decidono di fondere l’amore per la musica alle loro competenze, per dare vita a qualcosa di unico: unirsi alle piante per creare un’armonia senza precedenti.  continua... »

La storia di un gruppo di ex studenti, oggi sessantenni, che hanno deciso di ritrovarsi e di riunirsi nuovamente. E con loro anche la mitica professoressa di quegli anni.
Turbigo - Gli ex studenti, di nuovo insieme

Tu chiamala se vuoi... nostalgia. Perché diciamocela tutta, chi almeno una volta nella sua vita, reincontrando un vecchio compagno di scuola e fermandosi a chiacchierare, non gli ha fatto la classica e immancabile domanda: “Ti ricordi quella professoressa  continua... »

Teatro, spot e cinema: il turbighese Marco Mainini sta continuando la sua scalata verso il successo. Un giovane che insegue il suo sogno con grande impegno e determinazione.
Turbigo - Marco Mainini nei panni del 'candito'

(VIDEO) Il ‘brand’ del prodotto è notissimo a tutti, per tradizione e tipicità, il ‘candito’ che lo rappresenta stiamo imparando a conoscerlo sempre di più. Sì, perchè l’attore turbighese Marco Mainini torna sulla scena, tra le molte attività, con un nuovo spot tutto da ridere. “È stata una bella esperienza, sono stato contento che mi abbiano richiamato per ricoprire quel ruolo, vuol dire che l’ anno scorso ha avuto un buon successo! Quest’ anno, da candito bistrattato, è diventato un Vip e influencer...  continua... »