meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Sab, 04/04/2020 - 22:50

data-top

sabato 04 aprile 2020 | ore 23:11
Comunicaré
Il Coronavirus e la prossemica che cambia
Rubrica 'Comunicarè' - McDonald's separato

Quando comunichiamo, le nostre parole contano solo per il 7% nella comprensione del nostro messaggio. Lo psicologo statunitense Mehrabian, infatti, ha teorizzato che il 38% del messaggio che vogliamo comunicare viene dedotto da aspetti paraverbali come il tono di voce, il ritmo, le pause, e ben il 55% dal linguaggio del corpo - mimica, gesti, espressioni facciali e distanza nello spazio.  continua... »

Internet, mai come oggi in un periodo di vera e propria emergenza, è uno strumento fondamentale per cercare di reagire al CCOVID-19. Quando il web ci rende vicini.
Attualità - Internet (Foto internet)

Il 6 agosto 1991, quando pubblicò il primo sito web al mondo presso il CERN di Ginevra, Tim Berners-Lee di certo non poteva immaginare che internet sarebbe stato uno strumento fondamentale per cercare di reagire al Covid-19, un virus pandemico che avrebbe messo a dura prova l’esistenza della società del XXI secolo. Non poteva nemmeno sognarsi che le videoconferenze via web avrebbero rimpiazzato le carezze dei nonni ai nipoti, le uscite del sabato sera degli adolescenti, le lezioni frontali di scuola.

Finché realtà non ci separi  continua... »

Esiste un ramo della comunicazione che, con un termine inglese, viene chiamato crisis management - ovvero: gestione della crisi.
Comunicaré - Comunicare la crisi (Foto internet)

Esiste un ramo della comunicazione che, con un termine inglese, viene chiamato crisis management - ovvero: gestione della crisi. La ‘crisi’ in questione può essere molte cose diverse: può essere lo sversamento nel Golfo del Messico di un’ingente quantità di petrolio, oppure il disastroso naufragio di una nave da crociera per colpa di una manovra azzardata da parte del capitano. Oppure, ancora, può essere un virus potenzialmente letale, nuovo, poco conosciuto che si sta diffondendo nel Paese che si governa.

Conte il prezzemolino  continua... »

In principio furono Facebook, Twitter, Instagram, social network ormai conosciuti e utilizzati su vasta scala, non solo dai giovanissimi. E, adesso, ecco Tik Tok.
Comunicaré - Tik Tok (Foto internet)

In principio furono Facebook, Twitter, Instagram, social network ormai conosciuti e utilizzati su vasta scala, non solo dai giovanissimi. Ma, si sa, il mondo dei social non dorme mai. E avrete allora senz’altro sentito recentemente dire: “Da oggi ci trovate anche su Tik Tok”. Sì ma... cos’è Tik Tok?

Quando il video regna sovrano  continua... »

Il mondo del lavoro è profondamente cambiato negli ultimi decenni. E, oggi più che mai, web e social giocano un ruolo fondamentale nella ricerca di un impiego.
Attualità - Ricerca lavoro online (Foto internet)

Il mondo del lavoro è profondamente cambiato negli ultimi decenni. Sono sempre meno coloro che scelgono di trascorrere tutta la loro vita professionale nella medesima azienda e cambiare impiego, se non addirittura mansione, è ormai all’ordine del giorno per tutti noi.  continua... »

Quanto è difficile fare i genitori? Tanto, ancora di più in questo XXI secolo così tecnologico e informatizzato. Come gestire, allora, l’educazione tecnologica dei figli?
Comunicaré - Educazione tecnologica (Foto internet)

Quanto è difficile fare i genitori? Tanto, ancora di più in questo XXI secolo così tecnologico e informatizzato. Che mette le mamme ed i papà di fronte a prove e problemi ‘di connessione’ che loro stessi non hanno mai dovuto affrontare da bambini; i genitori, in altre parole, non possono attingere alle loro esperienze infantili per fare fronte a questa emergenza.  continua... »

Chiedere è lecito, rispondere è cortesia, recita il detto. E, con l’avvento dei social network, chiedere non è mai stato così facile. Fino al caso INPS.
Comunicaré - Assistenza sui social (Foto internet)

Chiedere è lecito, rispondere è cortesia, recita il detto. E, con l’avvento dei social network, chiedere non è mai stato così facile: è davvero semplice inviare un messaggio privato a una persona che non si vede più da tempo o che magari non si conosce direttamente, ed è semplice raggiungere anche le pagine delle aziende. Che ricevono le richieste più svariate.

Il servizio clienti sui social network  continua... »

Attenzione: quella che vi sto per raccontare è una storia vera, un episodio di truffa online con furto di identità che ha recentemente colpito il nostro territorio.
Comunicaré - Furti di identità online (Foto internet)

Attenzione: quella che vi sto per raccontare è una storia vera, un episodio di truffa online con furto di identità che ha recentemente colpito il nostro territorio. Si tratta di avvenimenti sempre più frequenti, che cercano di approfittarsi della buona fede delle persone e, spesso, della loro ingenuità. Vediamo, allora, come ci si può tutelare analizzando ciò che è successo.

Il segreto è: usare il buon senso  continua... »

Lo scorso mercoledì, il Parlamento Europeo ha approvato una nuova legge sul copyright che sta facendo molto discutere, creando due fazioni dalle posizioni piuttosto aspre.
Comunicaré - Copyright (Foto internet)

Lo scorso mercoledì, il Parlamento Europeo ha approvato una nuova legge sul copyright che sta facendo molto discutere, creando due fazioni dalle posizioni piuttosto aspre. Da una parte ci sono, nel nostro Paese, la SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori, la Fieg - Federazione Italiana Editori Giornali, e tutti coloro che rappresentano e difendono il lavoro creativo. Dall’altra parte, i colossi del web e tutti i sostenitori di un mondo online che garantirebbe a tutti una vera libertà di espressione e di informazione, per lo più a titolo gratuito.  continua... »

ComunicarÈ… libertà. I social network banditi in Cina. In quei luoghi dove non esistono, per lo meno nella forma in cui tutti noi siamo abituati a conoscerli e ad utilizzarli.
Comunicaré - La Cina e i social network (Foto internet)

Il Grande Fratello, prima di essere un programma televisivo, è il protagonista di un classico della letteratura inglese e mondiale intitolato ‘1984’. Il romanzo è un esempio di mondo distopico, ovvero il contrario dell’utopia, quindi una realtà in tutto e per tutto indesiderabile.  continua... »