meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto
Mer, 30/11/2022 - 07:50

data-top

mercoledì 30 novembre 2022 | ore 08:22
Storie
Le storie di chi scappa per avere un futuro. Tanya, che ha lasciato l'Ucraina per salvare sua figlia; Kateryna, invece, per provare a studiare.
Storie - In fuga dalla guerra per un avere un futuro

Ogni testimonianza è unica, ma anche così simile alle altre da lasciare senza parole. Dallo scorso 24 febbraio il mondo è davvero cambiato, tantissimo e per sempre, ma se per noi italiani è solo da ‘spettatori’ della tragedia e protagonisti della solidarietà, per milioni di persone è lo stravolgimento della quotidianità. Chi lavorava, studiava, vedeva crescere la propria famiglia, tra sogni e problemi, in Ucraina ha dovuto riscrivere il proprio futuro. Chi provando a sopravvivere alle bombe, chi scappando all’estero.  continua... »

Cinque giorni di viaggio e, poi, l'arrivo a Magnago, per caricare tutto il materiale raccolto e ripartire alla volta dell'Ucraina. Un camion di aiuti e speranza in oratorio.
camion magnago.jpg

Cinque giorni di viaggio, tre dei quali fermo in dogana e, poi, finalmente l'arrivo a Magnago, per caricare tutto il materiale raccolto e da qui ripartire di nuovo alla volta dell'Ucraina. Là, insomma, nel cortile dell'oratorio magnaghese, ecco, proprio nelle scorse ore, quel camion di aiuti, per portare, appunto, i tanti, tantissimi beni di prima necessità, viveri, medicinali e vestiti, donati dal territorio alla popolazione ucraina, ormai da settimane, purtroppo, costretta a vivere i terribili momenti della guerra.  continua... »

Maria è una delle tante ucraine in fuga dalla guerra. E' arrivata a Magnago, ospite da alcuni parenti; la sua testimonianza: "Essere qui ci fa sentire più sicuri".
Magnago / Storie - Maria (a destra) con Alessandra, sua parente in Italia

La voce rotta dall'emozione e della commozione; negli occhi, invece, la preoccupazione e l'angoscia per ciò che sta accadendo, ma anche la voglia di ritrovare almeno in parte quella serenità che, purtroppo, oggi le è stata portata via. E, in fondo, diversamente non potrebbe essere, perché Maria (e con lei i figli di sua sorella) è solo una dei tanti ucraini in fuga dalla guerra.  continua... »

Il viaggio fino al confine tra Polonia e Ucraina. Due giorni 'no stop', per andare a prendere quei bambini che vivono nella zona di Chernobyl e che, ormai da qualche anno, in diversi momenti, ospita proprio nella sua casa a Castano.
Attualità - Bambini e mamme in fuga dall'Ucraina (Foto internet)

Il viaggio fino al confine tra Polonia e Ucraina. Due giorni 'no stop', per andare a prendere quei bambini che vivono nella zona di Chernobyl e che, ormai da qualche anno, in diversi momenti, sono ospitati a Castano e nel nostro territorio. La voce, inevitabilmente, è ancora rotta dall'emozione, nella testa e nel cuore la gioia  continua... »

L'ospedale è quello di Rho; lei, invece, Nikole, la prima bimba rifugiata ucraina nata in Italia. La mamma l'ha messa al mondo proprio nelle scorse ore, dopo aver affrontato in gravidanza il lungo viaggio dalla sua città, Ternopil.
Attualità / Storie - La piccola Nikole con la mamma

L'ospedale è quello di Rho; lei, invece, Nikole, la prima bimba rifugiata ucraina nata in Italia. La mamma l'ha messa al mondo proprio nelle scorse ore, dopo aver affrontato in gravidanza il lungo viaggio dalla sua città, Ternopil (dove viveva con il compagno e un'altra figlia di 8 anni), appunto, alla Lombardia.  continua... »

Giacomo più forte di tutto e tutti. Con la sindrome di down, infatti, pratica karate e, nei giorni scorsi, ha superato gli esami regionali, diventando cintura nera 1° Dan.
Castano / Sport - Giacomo con la maestra Francesca Adriatico

La forza di volontà, la determinazione e l'impegno che sono più forti di tutto e tutti. Ma, in fondo, è proprio Giacomo ad essere un grande. Già, perché, nonostante abbia la sindrome di down, il giovane cuggionese, fin dal primo giorno che ha messo piede nella palestra di via Giolitti a Castano per iscriversi al Japan Karate Shotokan, subito, sotto la guida della mestra Francesca Adriatico, ha cominciato ad allenarsi con i normodotati, dimostrando le straordinarie qualità che aveva.  continua... »

Guerra in Ucraina: Oleh, ormai da anni in Italia, ma ucraino di origine. "Quello che sta succedendo è terribile. Ho sentito i miei familiari che sono là: c'è tanta paura".
Storie / Turbigo - Oleh durante la sua testimonianza

La porta che si apre: Oleh, come ogni giorno, è al lavoro nella sua palestra di Turbigo, ma, inevitabilmente, la testa è altrove. I pensieri, infatti, che si mischiano con la preoccupazione e l'angoscia e, in fondo, altrimenti non potrebbe essere, perché da ore ormai l'Ucraina, la 'sua' Ucraina, là da dove qualche anno fa si è trasferito per venire in Italia (però dove oggi ha ancora diversi parenti e amici), è in guerra.  continua... »

La bellissima collaborazione tra Barbara Masetti (veterinaria nello studio del dottor Angelo Anselmi a Castano) e Nicoletta, che vive in Africa e aiuta i gatti randagi.
Castano / Storie - La dottoressa Barbara Masetti con il dottor Anselmi

Il telefono che squilla: "Ciao Nicoletta, sono Barbara"; ma dietro quella chiamata, o meglio videochiamata, c’è molto più di una semplice e normale chiacchierata. C’è un’amicizia e una collaborazione nata ormai qualche tempo fa e che, soprattutto, fa bene. Da Castano al Kenya, infatti, per aiutare i gatti randagi. "Già - racconta, appunto, Barbara Masetti, veterinaria nello studio castanese del dottor Angelo Anselmi  continua... »

Dopo il bagno il primo giorno dell'anno, Oleh Ilika il 19 gennaio si è rituffato nel Ticino, stavolta per celebrare la festa della grande benedizione delle acque.
Turbigo / Nosate - Oleh: un altro bagno nel Ticino

Il primo gennaio, un vero e proprio augurio per il nuovo anno, il 19, invece, l'omaggio ad una tra le più antiche feste popolari e religiosi per i fedeli ucraini e per il mondo ortodosso. Un primo tuffo e, qualche settimana dopo, un secondo, insomma, già perché, proprio nelle scorse ore, ecco che Oleh Ilika, campione mondiale di kettlebell e titolare della International Kettlebell Lfting Academy di Turbigo, è tornato in acqua.  continua... »

L’allora Lega Nord, gli anni a fianco di Umberto Bossi e, poi, la politica locale che l’ha visto tra gli indiscussi protagonisti. Tanti i ricordi per Modesto Verderio.
Territorio - Modesto Verderio

L’allora Lega Nord, gli anni a fianco di Umberto Bossi e, poi, la politica locale e della provincia di Varese che l’ha visto, certamente, tra gli indiscussi protagonisti. I ricordi, alla fine, sono tanti, tantissimi, così anche le immagini che, una dopo l’altra, si susseguono e fanno capolino in testa. Aneddoti, episodi e istanti, insomma, “chi più ne ha, più metta...” (volendo riprendere quel vecchio modo di dire), e, in fondo, diversamente, non potrebbe essere, perché Modesto Verderio, nel territorio (e non solo), ha scritto davvero pagine e pagine di storia del Carroccio.  continua... »