meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mar, 07/02/2023 - 02:20

data-top

martedì 07 febbraio 2023 | ore 03:22
Meteo
"Quelli che stiamo vivendo, a differenza di un anno fa, confermano che i 'giorni della merla', compresi tra il 29 gennaio l'1 febbraio, sono tradizionalmente i più freddi dell'anno".
Meteo - Freddo (Foto internet)

"Quelli che stiamo vivendo, a differenza di un anno fa, confermano che i 'giorni della merla', compresi tra il 29 gennaio l'1 febbraio, sono tradizionalmente i più freddi dell'anno". Lo ha spiegato Michele Cicoria, meteorologo di Arpa Lombardia in un'intervista pubblicata su Lombardia Notizie Online. "Oggi in tutta la Lombardia - ha detto Cicoria - si è registrato infatti un clima rigido, con una minima di -8° a Varano Borghi (Va) e in alcune zone della provincia di Sondrio.  continua... »

Con il calo delle te­mperature gli uccell­ini selvatici hanno bisogno di un maggior apporto di calorie e grassi per increm­entare il loro livel­lo energetico utile per sopravvivere.
Territorio - Mangiatoia

Con il calo delle te­mperature gli uccell­ini selvatici hanno bisogno di un maggior apporto di calorie e grassi per increm­entare il loro livel­lo energetico utile per sopravvivere. Co­me aiutarli? Le mangiatoie devono avere le caratteristiche ido­nee alla specie dei volatili che soggiornano nel giardino o sulle terrazze e vanno installate tenendo presenti alcuni pericoli: evitare gli accessi facili per i gatti e lontane da vetrate per evitare impatti e traumi fa­tali.  continua... »

A lasciare l’Italia a secco è un inverno che dal punto di vista climatologico fa segnare fino ad ora una temperatura superiore di 2,09 gradi la media storica ma l’anomalia è stata addirittura di 2,54 gradi nel centro Italia e di 2,65 gradi nel mezzogiorno, valori mai registrati prima.
Ambiente - Inverno secco (Foto internet)

A lasciare l’Italia a secco è un inverno che dal punto di vista climatologico fa segnare fino ad ora una temperatura superiore di 2,09 gradi la media storica ma l’anomalia è stata addirittura di 2,54 gradi nel centro Italia e di 2,65 gradi nel mezzogiorno, valori mai registrati prima.  continua... »

Un inizio anno così non si è mai registrato e, anche il solo abituarci, segna la gravità dell'emergenza climatica in cui stiamo vivendo.
Meteo - Caldo record 1 gennaio 2023

Chi è in montagna, tranne ad alta quota, sta già facendo i conti con un periodo festivo che sembra quasi autunnale. Chi è in località di mare lo percepisce quasi da 'primavera'. Un po' più attenutato in pianura, complici le nebbie, ma con minime ben sopra lo zero.  continua... »

Dati preoccupanti sono emersi dall’ultimo monitoraggio della Coldiretti sulla situazione del fiume Po al Ponte della Becca (Pavia) in riferimento al gran caldo anomalo su tutta la Penisola, in un 2022 che si classifica peraltro fino ad ora in Italia come il più caldo mai registrato dal 1800.
Territorio - Fiume Po (Foto internet)

Il livello del Po è a -2,3 metri rispetto allo zero idrometrico come d’estate con la siccità che colpisce i campi, favorisce la risalita del cuneo salino nel delta, restringe i ghiacciai, lascia le montagne senza neve e svuota i grandi laghi del Nord.  continua... »

Se ci fosse stato uno sprazzo fra le nubi, oggi, martedì 25 ottobre, sarebbe stato possibile vedere una eclisse parziale di Sole.
Meteo - Eclissi di sole

Le previsioni meteo non erano favorevoli, ma col meteo non si sa mai: non è certo una scienza esatta come l’astronomia. Se ci fosse stato uno sprazzo fra le nubi, oggi, martedì 25 ottobre, sarebbe stato possibile vedere una eclisse parziale di Sole: la Luna si intrometterà ancora una volta tra il Sole e la Terra, proiettando la sua ombra sul nostro Pianeta e regalando uno spettacolo che avrà un impatto visivo abbastanza contenuto in Italia, ma più "ad effetto" in altri Paesi europei.  continua... »

Italia ancora al margine dell'ondata di calore, per la nostra Penisola il 'clou' del caldo arriverà da domani, mercoledì 20 luglio, e dalle proiezioni attuali potrebbe durare per molti giorni.
Meteo - Ondata di calore, 19 luglio 2022

L'Europa 'brucia': siamo al picco dell'ondata di calore su Inghilterra, Francia e Mediterraneo occidentale, con valori termici che raggiungeranno livelli anomali su molte località europee, per poi calare da domani.
Italia ancora al margine dell'ondata di calore, per la nostra Penisola il 'clou' del caldo arriverà da domani, mercoledì 20 luglio, e dalle proiezioni attuali potrebbe durare per molti giorni.
Veniamo al dettaglio della nostra Penisola per la giornata odierna:  continua... »

È una delle estati più calde e secche degli ultimi decenni. E la tendenza è che questo diventi la regola e non l’eccezione. “L’aumento delle temperature è sotto gli occhi di tutti e la situazione è portata ad aggravarsi nei prossimi anni”.
Territorio - Centro Geofisico Prealpino (Foto internet)

È una delle estati più calde e secche degli ultimi decenni. E la tendenza è che questo diventi la regola e non l’eccezione. “L’aumento delle temperature è sotto gli occhi di tutti e la situazione è portata ad aggravarsi nei prossimi anni”. Ad affermarlo è Simone Scapin, meteorologo del Centro Geofisico Prealpino, con sede a Varese. “Fino a fine luglio, le previsioni meteo sono di una persistenza delle ondate di calore, con qualche piovasco sporadico, ma non significativo, al fine dell’abbassamento delle temperature. Il caldo sarà stabilmente intenso”.  continua... »

La pioggia è importante per sottrarre le campagne alla morsa della siccità prolungata, dopo un inizio 2022 con precipitazioni inferiori del 73% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. È quanto afferma la Coldiretti Lombardia su dati Arpa.
Attualità - Pioggia (Foto internet)

La pioggia è importante per sottrarre le campagne alla morsa della siccità prolungata, dopo un inizio 2022 con precipitazioni inferiori del 73% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. È quanto afferma la Coldiretti Lombardia su dati Arpa in riferimento alla perturbazione che sta interessando la regione, nel sottolineare che si sono registrati anche alcuni isolati episodi di grandine che si è in particolare abbattuta sui vigneti nell’Oltrepò Pavese.  continua... »

L’arrivo della pioggia è manna dal cielo per le campagne lombarde dove è finalmente possibile avviare le semine primaverili come quelle di mais e soia.
Territorio - Pioggia (Foto internet)

L’arrivo della pioggia è manna dal cielo per le campagne lombarde dove è finalmente possibile avviare le semine primaverili come quelle di mais e soia necessari all’alimentazione degli animali, ma a beneficiarne sono anche gli imminenti trapianti di piantine di pomodoro, oltre che i terreni da seminare a riso, le coltivazioni seminate in autunno come frumento e orzo, gli ortaggi e la frutta che hanno bisogno di acqua per crescere.  continua... »