meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 17°
Dom, 28/05/2023 - 04:20

data-top

domenica 28 maggio 2023 | ore 05:00
Editoriali
Numeri e percentuali: sempre e soltanto queste. Tutti pronti, nelle vacciazioni anti-Covid, a voler dimostrare di essere più bravi degli altri, ma la salute non è una gara.
Salute / Editoriali - Emergenza Covid (Foto internet)

Direbbe qualcuno "Puntuali come un orologio svizzero". Perché, a cadenza quasi settimanale (spesso anche molto meno), eccoli che arrivano.  continua... »

Una questione che va avanti ormai da anni. Il centro culturale islamico: dalla politica alle varie realtà direttamente interessate è ora di dare risposte alla cittadinanza.
Editoriali - Domande e risposte (Foto internet)

Permessi, revoche, discussioni, polemiche, ricorsi, gazebi, ecc... per usare quel vecchio modo di dire "Chi ci capisce, è bravo!". E, per l'ennesima volta, ad andarci di mezzo sono i cittadini. Già, proprio e sempre loro (in fondo, purtroppo non è una novità) che, ancora, si trovano, dopo ormai diverso tempo, a non avere le idee precise su che cosa è stato e, soprattutto, su cosa sarà. Non ce le hanno! Ma non perché non hanno voluto ascoltare o hanno fatto finta di nulla, bensì perché delle spiegazioni concrete e chiare, dopotutto, non sono mai davvero arrivate.  continua... »

Vaccino AstraZeneca: dopo mesi dall'inizio della campagna vaccinale, si dice tutto e il contrario di tutto. Over 60, anzi no... under, ancora seconda dose diversa, ecc...
Salute - Vaccino (Foto internet)

"Che confusione"... ma stavolta l'amore non c'entra, come cantavano 'I Ricchi e Poveri'. Eh no, qui l'attenzione è tutta su un tema fondamentale, ossia quello della salute. Già, perché mesi dopo l'inizio della campagna vaccinale anti-Covid, ancora ci si trova di fronte a tanti (troppi) dubbi, perplessità, domande e, cosa più grave, a continui cambi in corsa. AstraZeneca, insomma, si può fare e, soprattutto, come?  continua... »

Una mattina sui banchi... interrogati, anzi, intervistati dagli studenti della IIa D della scuola secondaria di primo grado castanese di via Giolitti.
Castano Primo - Logos tra i banchi

Una mattina sui banchi... interrogati, anzi, intervistati dagli studenti della IIa D della scuola secondaria di primo grado castanese di via Giolitti. I docenti della scuola primaria di secondo grado hanno avviato un progetto molto particolare per permettere ai ragazzi di conoscere e comprendere le possibilità lavorative per il loro futuro. Due gruppi, una lunga serie di domande, per cercare di scoprire quale sia la professione della persona invitata di turno.  continua... »

Un anno di continui sacrifici e di chiusure: da Milano a Roma, fino in Campania, la gente è stanca e non ce la fa più. "Basta slogan e finta vicinanza a noi lavoratori; vogliamo i fatti".
Attualità - Una delle tante manifestazioni in tutta Italia (Foto internet)

La pazienza è finita. Se chi ci governa ancora non se ne sta rendendo conto (o fa finta), allora il problema non è solo legato alla pandemia e all'emergenza sanitaria, ma è da ricercare in una vera e propria incapacità di vedere e capire le cose. Da Milano a Roma, passando per la Campania, infatti... più chiaro di così.  continua... »

I tanti dipendenti dei supermercati: una categoria che non si è mai fermata in questo lungo e difficile anno di pandemia, ma che, molto spesso, è passata sotto silenzio.
Commercio - Dipendente supermercato (Foto internet)

Dietro la cassa, tra gli scaffali oppure intenti a sistemare il materiale in magazzino. Mai un istante fermi, molti che si sono anche ammalati, qualcuno che, purtroppo, il virus se l'è portato via, eppure in un anno per loro, se non in qualche sporadico caso, solo silenzio. Se n'è parlato poco o praticamente niente, insomma, sbagliando... già, perché tra le diverse categorie che, in questi lunghi e complessi dodici mesi di emergenza Covid, non ci ha mai fatto mancare il suo impegno, il supporto e l'attenzione, alla fine c'è certamente il personale dei tanti supermercati.  continua... »

A Pasqua e Pasquetta tutta l'Italia sarà in zona rossa, con il divieto di spostarsi tra regione e con una serie di limitazioni; ma andare all'estero, quello, invece no, si potrà fare.
Editoriali - Viaggiare in tempo di Covid (Foto internet)

"Ma che me stai a cojonà?", direbbe il grande Alberto Sordi. Perché, fateci capire, a Pasqua e Pasquetta l'Italia intera sarà in zona rossa, con il divieto di spostamento tra Regioni e con una serie di limitazioni anche per quanto riguarda i movimenti all'interno dei proprio confini regionali e dei propri Comuni, ma in vacanza o in viaggio all'estero, invece, si può andare? Beh... per favore rispondeteci che abbiamo sbagliato a capire e che abbiamo preso una 'cantonata', altrimenti se così non fosse è ovvio come ci sia ben più di una cosa che non funzioni.  continua... »

Lockdown rafforzato in Germania. Angela Merkel revoca le restrizioni, ammettendo i proprio errori e chiedendo scusa. I 'nostri' governanti dovrebbero prendere esempio.
Attualità - Angela Merkel (Foto internet)

"Ho sbagliato, vi chiedo scusa". Fa strano sentirsi dire certe frasi; fa strano, soprattutto perché a pronunciarle è un capo di Governo, quelli che, purtroppo, siamo stati e siamo abituati a vedere, sempre o quasi, scaricare eventuali colpe su altri, piuttosto che ammettere i propri errori. Ma la vera forza di un leader sta proprio in questo: tornare sui suoi passi quando capisce o gli fanno capire che la strada intrapresa non è giusta. Già, un vero leader e lei, Angela Merkel, ancora una volta, ha dimostrato di esserlo.  continua... »

Prima una data, poi un'altra e un'altra ancora. La campagna vaccinale anti-Covid sembra più improntata sugli annunci dei periodi che sulla sostanza. Qualcosa non sta funzionando.
Salute - Campagna vaccinale anti-Covid (Foto internet)

Date, ancora date e di nuovo date. "Una tira l'altra..." verrebbe quasi da dire, perché mentre la maggior parte della gente si chiede se e, soprattutto, quando riceverá la vaccinazione anti-Covid (sono diversi, infatti, per ora gli over 80 che, pur essendosi prenotati, stanno attendendo da giorni o addirittura settimane una risposta), dalle istituzioni e dagli enti incaricati dell'organizzazione e della programmazione ecco che, intanto, si va avanti con l'ormai classico ritornello dei periodi.  continua... »

Vi è un tempo per il silenzio. Perchè forse nessuno di noi può dire di non aver perso un parente, un amico, un conoscente, una persona cara in quell'asettica cifra di 102.010 decessi per Covid-19.
Bergamo - Camion per le vittime del Covid-19

Da quel maledetto 21 febbraio 2020, da quella prima segnalazione dall'Ospedale di Codogno, è passato poco più di un anno. Un anno che sembra una vita, come una vita diversa sembra essere quella che ci offre la quotidianità rispetto a quella che era nostra abitudine. Da quel giorno, ogni singolo giorno, verso le 17 del pomeriggio noi giornalisti attendiamo i report nazionali da poter presentare a voi lettori e cittadini. Numeri, numeri freddi: quanti positivi in più, quanti guariti, come e dove aumentano i casi negli Ospedali, ma soprattutto i decessi.  continua... »