meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Ven, 27/11/2020 - 11:20

data-top

venerdì 27 novembre 2020 | ore 12:00
Trucioli di storia
"Li tagliavamo a metà e ci divertivamo a scoprire se dentro c’era la forchetta, il cucchiaio o il coltello... Era la forma del seme all’interno del nocciolo e con essa ci divertivamo a scoprire come sarebbe andato il tempo in quell’inverno".
Trucioli di Storia - Un cane con i cachi

Nel mio giardino c’è la mia pianta dei cachi che come ogni anno è carica di frutti... In questo periodo guardar fuori dalla finestra mi fa sognare e tornare al mio passato, alla mia infanzia.  continua... »

"Quando ero piccolo, nei giorni precedenti l’11 novembre in casa mia c’era sempre un gran fermento. I miei genitori erano contadini..."
Rubrica 'Trucioli di Storia' - Il trasloco di San Martino

Quando ero piccolo, nei giorni precedenti l’11 novembre in casa mia c’era sempre un gran fermento. I miei genitori erano contadini, i “famèi” come si usava dire a quel tempo: persone non di certo così ricche da permettersi un appezzamento di terreno ed una casa tutta loro! Ricevevano perciò alloggio e una piccola parte del raccolto dell’anno in cambio di lavoro dal “Sciur Padrun” (come veniva chiamato), un ricco che possedeva tanti appezzamenti di terreni da coltivare. Il contratto di lavoro veniva stipulato annualmente e le scadenze seguivano la stagione agricola.  continua... »

"Nella vicinanza dei giorni di fiera e della ricorrenza dei Santi ,quando ero piccola, mia mamma cucinava questi buonissimi dolcetti..."
Abbiategrasso - Il Pain Mein

In quest’anno così difficile anche le tradizioni si sono dovute arrestare ma la mia Abbiategrasso ieri, seppur in un modo differente e ridimensionato, è riuscita a regalarmi un bel momento. Passeggiando per la piazza del Castello su un banchetto di un piccolo espositore ho visto il Pan Mein. L’ho guardato e subito ho sentito un tuffo al cuore che mi ha trasportato indietro di qualche anno riportandomi alla mia infanzia.  continua... »

Il prosciugamento del Naviglio, che avveniva in questo periodo, era un’occasione imperdibile: noi la chiamavamo la “Sucia”.
Trucioli di Storia - La Sucia

Da bambino la scuola cominciava il 1 di ottobre e questi ultimi giorni di settembre per noi erano ancora giorni di libertà e spensieratezza... Bastava veramente poco per divertirci, il nostro unico pensiero era riempire la pancia e qualsiasi gioco doveva avere questi due fini: il divertimento e il mangiare. Il prosciugamento del Naviglio, che avveniva in questo periodo, era un’occasione imperdibile: noi la chiamavamo la “Sucia”. Con l’abbassarsi dell’acqua numerosi erano i pesci che affioravano.  continua... »

"Il Naviglio con lo scorrere della sua acqua fresca era per noi la nostra meravigliosa “piscina”, niente costume o creme solari ma i nostri piedi ringraziavano!"
Cultura - Il Naviglio come piscina...

Oggi fa molto caldo e i miei nipotini mi hanno chiesto di accompagnarli in piscina. Non ne sono entusiasta ma per loro faccio questo ed altro... Non mi entusiasma andare tutto il giorno sotto il sole e “pucciarmi” in una vasca di acqua che il sole ha reso bollente e ritrovarmi in ammollo con mille altre persone. Per carità le piscine oggi sono molto belle, curate e piene di ogni comodità ma io sono rimasta affezionata alla mia piscina naturale di tanti e tanti anni fa.  continua... »

‘I weekend del Gusto’, quattro appuntamenti dove la cucina diventa protagonista assoluta a Villa Terzaghi a Robecco sul Naviglio. Un viaggio enogastronomico firmato Carlo Cracco.
Sapori - Carlo Cracco (foto internet)

Tornano ‘I weekend del gusto’ promossi dall’Associazione Maestro Martino. Nata nel 2011 con lo scopo di promuovere la filiera agroalimentare lombarda, l’associazione prende il nome dal grande cuoco lombardo vissuto nel 1400. Obiettivo primario è la promozione dell’offerta gastronomica territoriale attraverso la cucina d’autore. Nonostante il periodo di stop, l’associazione è più che mai decisa a ripartire con coraggio e sicurezza, proprio con ‘I weekend del Gusto’, quattro appuntamenti dove la cucina diventa protagonista assoluta.  continua... »

Anche nel comune di Cuggiono arriva il progetto “L’alveare che dice si”. Un gruppo di acquisto 2.0, dove i consumatori potranno fare la spesa direttamente dai contadini locali.
Cuggiono - L'alveare che dice sì

Una startup nata da un progetto che ha origine in Francia nel 2011 col nome di “La ruche qui dit oui”, e che parte in Italia a Dicembre 2015. L’idea degli alveari nasce dalla volontà di rivoluzionare le abitudini degli italiani sul loro modo di fare la spesa. L’obiettivo è quello di sviluppare un servizio di riferimento per il sistema della filiera corta, il tutto a servizio dell’agricoltura e del mangiare sano e locale.  continua... »

"In questi giorni dove tutte le scuole sono chiuse per l’emergenza, mi sono ritrovato a pensare che ai tempi in cui io ero scolaro non sarebbe mai potuto succedere...".
Trucioli di Storia - La piccola scuola

"In questi giorni dove tutte le scuole sono chiuse per l’emergenza, mi sono ritrovato a pensare che ai tempi in cui io ero scolaro non sarebbe mai potuto succedere. Quando ero piccolo vivevo in un piccolo borgo di collina, Teglia, una frazione di Pontremoli, dove non c’era assolutamente nè folla nè mezzi di trasporto, non arrivavamo alle cento anime e tutti sapevano tutto di tutti. La mia scuola era accanto alla piccola chiesa del borgo, ci andavo a piedi attraversando la mia “autostrada” quella che io chiamavo “madoni”, piccoli terrazzamenti utilizzati per le coltivazioni.  continua... »

"È domenica e, non potendo uscire, guardo la S. Messa alla TV che oggi viene trasmessa da Roma e mi ritrovo a pensare al lontano 1950 quando ebbi la gioia di poter assistere...".
Trucioli di Storia - Il Giubileo

"È domenica e, non potendo uscire, guardo la S. Messa alla TV che oggi viene trasmessa da Roma e mi ritrovo a pensare al lontano 1950 quando ebbi la gioia di poter assistere di persona alla Messa celebrata dal Papa. Il 1950 era ‘l’anno del Giubileo’, tutte le parrocchie organizzavano corriere per portare i pellegrini a Roma, e così fece anche Cuggiono. Erano gli anni delle ‘Figlie di Maria’, della devozione, della fede, della Messa tutti i giorni... Tutte noi ragazze volevamo ardentemente partecipare, ne sentivamo il bisogno, ma era il dopoguerra e i soldi scarseggiavano.  continua... »

"Il 3 febbraio è San Biagio e, come tutti gli anni, entro nella chiesetta delle Suore Canossiane per baciare la reliquia sperando che mi protegga dai mali della gola...".
Attualità - San Biagio

"Il 3 febbraio è San Biagio e, come tutti gli anni, entro nella chiesetta delle Suore Canossiane per baciare la reliquia sperando che mi protegga dai mali della gola. Ogni volta che entro in questa chiesetta sorrido al pensiero della mia paura, da bambino quando ci andavo accompagnato dalla mamma... Ogni anno, in effetti, quando arrivava questo giorno lo vivevo con ansia, sapevo che mia mamma mi avrebbe accompagnato in questa chiesetta e il pensiero di quella visita non mi piaceva affatto.  continua... »