meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 10°
Gio, 21/11/2019 - 16:50

data-top

giovedì 21 novembre 2019 | ore 17:50
Il terzo tempo
L'80esimo minuto circa di Everton - Tottenham, Son entra in scivolata su Gomes che cade a terra e si spezza una gamba. Il sudcoreano non si dà pace e scoppia in lacrime.
Il terzo tempo - Son in lacrime dopo l'infortunio a Gomes (Foto internet)

Le lacrime di preoccupazione, paura e sconforto. La disperazione e la consapevolezza di chi sà che, oltre al campo ed al gioco, c'è molto altro di più. Perchè, benché se ne dica (e per fortuna), il calcio è ancora capace di essere umano. E quando, allora, si continuano a tirare fuori le solite e inutili polemiche (var - non var, fallo o meno, rigore, anzi no, ecc...), beh bisognerebbe, forse, fermarsi un attimo e riguardarsi queste scene.  continua... »

Otto anni fa il terribile incidente in Malesia che si è portato via per sempre Marco Simoncelli. Otto anni dopo, il suo ricordo è più che mai vivo nei cuori e nelle teste.
Sport - Marco Simoncelli (Foto internet)

“Diobò Sic” ancora non sembra vero e, in fondo, non lo sembrerà mai. “Diobò Sic”, otto anni che te ne sei andato, ma il tuo sorriso, la tua grinta, il tuo carattere e la tua solarità, beh… quelle no, sono rimaste più vive che mai.  continua... »

La notizia terribile, atroce, che colpisce dritta al cuore. La figlia di 9 anni del tecnico spagnolo Luis Enrique è morta dopo aver combattuto per 5 intensi mesi contro l'osteosarcoma.
Sport - Il dramma di Luis Enrique: la figlia di 9 anni Xana è morta per osteosarcoma (Foto internet)

Il messaggio affidato al suo profilo twitter. Una notizia terribile, atroce, che squarcia letteralmente i cuori. Poche parole, perché mai come oggi è il momento soltanto del silenzio, dei ricordi e della commozione. Nient’altro, solo questo.  continua... »

Un mese e mezzo dopo l'annuncio della leucemia, Sinisa Mihajlovic ha voluto essere in panchina per guidare il suo Bologna alla prima giornata di campionato. Le settimane in ospedale, le cure, la lotta costante, l'immagine di un guerriero che arriva al cuore.
Sport - Sinisa Mihajlovic (Foto internet)

Volendo dargli un titolo, beh… non abbiamo dubbi che sarebbe “La vittoria in panchina”. Niente gol, azioni, rigori concessi o meno, colpi di testa, tiri dalla lunga distanza oppure sotto porta, insomma, perché quella è un’altra storia. La storia che oggi, invece, vogliamo raccontarvi va oltre il normale campo da gioco ed è qualcosa di ben più grande, profonda, unica.  continua... »

La serie A del fenomeno Cristiano Ronaldo, ma intanto chi si sta prendendo la scena è Fabio Quagliarella. Il bomber della Sampdoria è, infatti, l'attuale capocannoniere.
Il terzo tempo - Fabio Quagliarella (Foto da Samp News 24)

E poi dite ancora che il calcio non sa più regalare 'colpi di scena', che è tutto ormai troppo scontato, che "tanto, alla fine, è sempre la stessa storia"... Beh, forse tra qualche mese sarà così (chissà, vedremo), ma intanto qualcosa in questo preciso momento sta accadendo.  continua... »

L'ex bomber Christian Vieri anche deejay. I programmi e i giornali sportivi, allora, dimenticano quasi lo sport e gli dedicano ampi servizi e articoli. Ci chiediamo: è giusto?
Il terzo tempo - Christian Vieri deejay (Foto internet)

Ogni tanto tocca rimproverarci. Già, proprio a noi che facciamo la professione del giornalista. Ma partiamo dall'inizio e, premettiamo subito (a scanso di equivoci) che chiunque è libero di organizzarsi la vita privata o il suo tempo come meglio crede (ci mancherebbe), però da qui ad esaltarlo per forza, beh... sinceramente credo (anzi ne sono convinto) ce ne passa. Di che cosa stiamo parlando? E soprattutto, di chi?  continua... »

Da anni si cerca e ci si chiede se ci sarà mai un altro Michael Schumacher, quando forse il suo erede era proprio 'in casa'. Il figlio Mick davvero sulle orme del padre?
Il terzo tempo - Michael Schumacher e il figlio Mick (Foto internet)

Un altro Schumacher c'è e, alla fine, beh... neanche a dirlo si chiama proprio Schumacher. Si è tanto parlato in questi anni di chi fosse davvero l'erede del campionissimo tedesco (di nomi né sono stati fatti diversi), per poi accorgersi che forse il vero successore era proprio 'in casa'.  continua... »

Qualcosa sta cambiando (a aggiungiamo noi, finalmente!). Basta guardare i numeri record dell'ultimo Campionato del Mondo di pallavolo maschile. Per una volta non è solo pallone.
Il terzo tempo - Tifosi sugli spalti per la Nazionale Italiana maschile di pallavolo (Foto internet)

Calcio... chi? E aggiungiamoci pure... finalmente! Già, finalmente l'Italia si è resa conto che non esiste solo il mondo del pallone. Finalmente, insomma, abbiamo capito che, certo la serie A e le varie coppe (Champions League ed Europa League) sono ancora e saranno sempre le più seguite, ma ci sono anche gli altri sport. Era ora, dunque, che ce ne accorgevamo, ci è voluto un po' (troppo), però chissà che il vento non stia cambiando per davvero.  continua... »

Con l'addio al calcio giocato anche di Alberto Gilardino sta sparendo ufficialmente pure la mitica Nazionale che ha vinto i Mondiali del 2006. Solo in 3 ancora in attività.
Il terzo tempo - La Nazionale Italiana campione del mondo nel 2006 (Foto internet)

La fine di un ciclo, o se preferite di un'epoca. Si ok si tratta solamente di calcio, ci mancherebbe, ma per chi come me ha vissuto quell'indimenticabile 2006, vedere che anche un altro punto di forza della storica spedizione tedesca appende le scarpe al chiodo, beh... un po' di tristezza e nostalgia li crea. L'Azzurro che non c'è più, o quasi, perchè uno alla volta tutti i cosiddetti eroi del Mondiale in Germania stanno lasciando il calcio giocato.  continua... »

Francia e Croazia: si parla tanto delle sfide tra i giocatori, ma ci si dimentica forse dei due commissari tecnici. E' la finale di Deschamps e Dalic.
Il terzo tempo - Deschamps (Francia) e Dalic (Croazia) (Foto internet)

Francia - Croazia, la finale Mondiale è... servita. Ma, mentre si parla delle possibili sfide tra Mbappé e Mandzukic, Griezmann e Perisic, Pogba e Modric o ancora Rakitic, Subasic, Lloris, Matuidi e via dicendo, forse ci si dimentica dei due principali artefici di questo traguardo. Da una parte Didier Deschamps, dall'altra Zlatko Dalic, eh già perchè se spesso si dice che dietro un successo gli allenatori centrano fino ad un certo punto, beh stavolta sono andati ben oltre.  continua... »