meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, temporali 13°
Mar, 11/05/2021 - 06:50

data-top

martedì 11 maggio 2021 | ore 07:08
Comunicaré
“La pressione dei social media sta danneggiando l’autostima delle nostre ragazze. La situazione è peggiorata a causa della pandemia".
Rubrica 'Comunicarè' - Spot Dove selfie

Un selfie di una ragazza bellissima, con gli occhi chiari grandi, i capelli castano scuro mossi e meravigliosi. Un time lapse, ovvero un video all’indietro, che svela la genesi del selfie: tanti filtri per correggere difetti estetici inesistenti, per pompare le labbra e renderle più carnose, gli occhi più allungati e intensi, il mento meno pronunciato. E un’adolescente normale, con qualche brufolo, ma bellissima nel suo fiore dell’età, che si trucca, si acconcia i capelli, si mette lo smalto, ma non si vede abbastanza bella per postare quella foto così com’è.  continua... »

La chiave del successo per ottenere l’attenzione dello spettatore, sia che si tratti di pubblicità televisiva, sia che venga trasmessa online, è sempre stupire chi la guarda.
Rubrica 'Comunicarè' - Sport Carebonara Barilla

In un mondo di piattaforme streaming e programmi tv on demand, la pubblicità se la deve vedere davvero dura! La chiave del successo per ottenere l’attenzione dello spettatore, sia che si tratti di pubblicità televisiva, sia che venga trasmessa online, è sempre stupire chi la guarda, cercare di distoglierlo dalle mille faccende quotidiane che lo assillano (sì, perché siamo sempre più multitasking e soggetti alla ‘noia da concentrazione’, quindi facciamo sempre troppe cose insieme) e rubare qualche minuto per imprimere il proprio marchio nella mente del destinatario.  continua... »

La piattaforma, nata negli Stati Uniti, si basa sull’esistenza di alcune stanze virtuali, una sorta di chat in cui però ci si scambiano non messaggi di testo, bensì messaggi vocali.
Rubrica 'Comunicarè' - Clubhouse

Il Vocabolario Treccani definisce un ‘club’ come “Circolo, associazione i cui membri, legati da interessi comuni, si riuniscono in uno stesso luogo”. Si tratta di una forma di aggregazione di origini antiche e dalle caratteristiche più svariate: i giacobini, durante la rivoluzione francese, si riunivano in club; ma anche le nostre squadre di calcio più vecchie nascono proprio come ‘football club’.  continua... »

In questi giorni c’è un gesto che sta facendo discutere la rete e non solo. Si tratta del ‘signal for help’, il segnale di aiuto pensato contro la violenza sulle donne.
Rubrica 'Comunicarè' - Signal for help

Siete all’estero, in un paese in cui si parla una lingua che proprio non masticate. Avete sete ed entrate in un bar. Cosa fate? Probabilmente, vi affiderete alla lingua universale per eccellenza: i gesti. Mimerete il gesto di bere da un bicchiere o da una bottiglia e poi indicherete al barista la bevanda prescelta, con il dito puntato. Sì, anche questa è comunicazione: una comunicazione che non comprende la parola e che quindi rientra nella categoria della comunicazione non verbale.  continua... »

Migliaia di studenti lombardi sono ricaduti nella DAD, ovvero didattica a distanza. Ecco alcuni consigli, pratici e tecnici, per gestire al meglio questi momenti da casa.
Castano Primo - Didattica online

Ecco, ci risiamo: venerdì 5 marzo, in virtù di un’ordinanza regionale, migliaia di studenti lombardi sono ricaduti nella DAD, ovvero didattica a distanza. Non solo studenti delle scuole superiori, stavolta, ma anche bambini della scuola primaria e ragazzini della scuola media, ad eccezione solo delle scuole dell’infanzia.  continua... »

Siamo tutti videogamer. Il mondo dei videogiochi: ottava arte e industria in costante crescita. Ma occhio ai pericoli. Ecco alcune caratteristiche e particolarità.
Comunicaré - Videogamer (Foto internet)

I tempi sono cambiati, si sa: passiamo sempre più tempo chiusi in casa, usciamo poco e quando siamo fuori dalle mura domestiche le nostre libertà sono molto limitate. C’è un’industria che, in questo panorama, lungi dal perdere clienti, si rafforza: è quella dei videogiochi. Si tratta, infatti, di un mercato stimato in 160 miliardi di dollari a livello globale nel recente 2020 e che dovrebbe arrivare alla cifra mostruosa di 196 miliardi entro il 2022.  continua... »

Lo smartphone è il regalo più ambito di tutti i nostri ragazzi. Quello che i genitori spesso non sanno, però, è che la normativa italiana stabilisce che l’età minima per l’utilizzo dei social network è di 14 anni.
Rubrica 'Comunicarè' - Safer Internet Day

Il 9 febbraio di ogni anno si celebra il Safer Internet Day, la Giornata Mondiale della Sicurezza in Rete, evento di livello internazionale supportato dalla Commissione Europea. La ricorrenza annuale è stata istituita nel 2004 con l’obiettivo di promuovere un uso più sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie tra i giovani, ragazzi e bambini. Si tratta di una giornata che assume un’importanza fondamentale, considerate le notizie riguardanti il rapporto tra i nostri giovani e i social network.  continua... »

Quel che è certo è che questo 2020 non ce lo dimenticheremo facilmente. Solo il tempo ci dirà se ci avrà insegnato qualcosa di duraturo, per la vita.
Rubrica 'Comunicarè' - Il 2020 del Time

Com’è stato questo 2020? No, tenetevi dentro la risposta che state per dare a questa domanda… Ce lo dice Google! Il primo motore di ricerca del web ha recentemente diffuso le 10 parole più cercate dagli italiani in questo anno così particolare. Neanche a dirlo, la parola regina di questo 2020 è “coronavirus” (e non il più scientifico covid-19, che non compare nella top ten), seguita da “elezioni USA”, l’altro grande fatto storico di questo anno.  continua... »

I ragazzi delle scuole medie mi dicono di giocare ai videogiochi “per conoscere nuovi amici” o “per passare del tempo con gli amici”.
Rubrica 'Comunicarè' - Giocatore di videogiochi online

Se penso ai videogiochi, grande novità tecnologica per noi figli degli anni ‘80, penso alla console SEGA, a Super Mario e a Pacman, allo schermo nero della tv colorato di pixel enormi dai toni sgargianti e fluorescenti, al Game Boy che era grande come un attuale tablet ma spesso come una Kinder Fiesta e alle cassettine da inserire sul retro. Penso a quando, con gli amici, ci si scambiava e prestava le cassettine, per provare il nuovo gioco acquistato dal compagno di classe o dal vicino.  continua... »

Date ai grandi quel che è per grandi e lasciate Tik Tok a chi lo sa usare bene, con i fini comunicativi per i quali è nato.
Generica - Immagini di Tik Tok (foto internet)

In principio fu Facebook, il social network pensato per ritrovare online le persone conosciute, seppur di sfuggita, nella vita reale. Non a caso questo social media si chiama, letteralmente, “faccia-libro”: il suo creatore si era ispirato ai tradizionali annuari scolastici americani, che potremmo definire l’album delle figurine Panini dei compagni di classe/scuola/università. Facebook era un luogo virtuale ameno, popolato da giovani sgallettati in cerca della compagna di studi seduta alla caffetteria del campus o in biblioteca.  continua... »