meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 15°
Ven, 23/04/2021 - 09:50

data-top

venerdì 23 aprile 2021 | ore 10:56
Editoriali
Avesse avuto davanti la 'Sora Lella', beh... forse gli avrebbe detto: "Annamo bene, proprio bene!". Il ministro Di Maio e il messaggio su Facebook sugli spostamenti a Natale.
Editoriali - Il messaggio del ministro Di Maio su Facebook (Foto internet)

Avesse avuto davanti la mitica 'Sora Lella', beh... molto probabilmente gli avrebbe detto: "Annamo bene, proprio bene!". Eh già, caro ministro Luigi Di Maio, perché la domanda, alla fine, viene spontanea. "Ma non fa parte anche lei dell'attuale governo?" e, soprattutto, "Non c'era pure lei quando si decideva di bloccare gli spostamenti tra Comuni nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno?". Sa, ce lo stiamo chiedendo dopo avere letto le sue dichiarazioni, pubblicate sulla sua pagina Facebook ufficiale, a nemmeno poco tempo di distanza da quella scelta.  continua... »

L'atto verso l'amico e collega Francesco Maria Bienati, direttore di 'Corriere Alto Milanese', è particolarmente vigliacco: frasi ingiuriose e xenofobe gratuite e codarde.
Magenta - Frasi contro Francesco Maria Bienati.

Viviamo in un momento storico molto complesso, frastornati dagli eventi e dalle situazioni che quotidianamente vanno ad incidere sulle nostre vite. I grandi ideali politici e sociali sono andati disgregati ormai da tempo e noi, in Italia come nel resto del mondo, andiamo a ricostruire logiche politiche e ragionamenti nuovi. Si tratta di normale dialettica, di democrazia. Un confroto fra posizioni, spesso anche molto contrastanti, ma che racchiudono il senso profondo e gli ideali di ciascuno.  continua... »

"Distanti, ma uniti": quante volte, nel corso dei mesi appena passati, ci siamo sentiti ripetere questa frase. Beh... facile a parole, un po', anzi molto meno nei fatti.
Editoriali - La scena del film 'Il ragazzo di campagna' (Foto internet)

"Distanti, ma uniti": quante volte, nel corso dei mesi appena passati, ci siamo sentiti ripetere questa frase. Beh... facile a parole, un po', anzi molto meno nei fatti. Già, perché per la maggior parte degli italiani le prossime festività natalizie (da sempre sinonimo di condivisione) saranno, purtroppo, solamente distanza e poca, pochissima o niente unione. Ve la ricordate, alla fine, la scena del famoso film 'Il ragazzo di campagna', quando Renato Pozzetto si trovava tutto solo nel suo monolocale a preparare la tavola per un commensale che mai ci sarebbe stato?  continua... »

Se non resistono più nemmeno i vecchi detti. "Natale con i tuoi"... quest'anno, però, no! Lo avrebbero, ormai, deciso le massime istituzioni. Non si capisce, però, sinceramente...
Editoriali - "Natale con i tuoi... no!" (Foto internet)

Se non resistono più nemmeno i vecchi detti. Eh già, perché com'era quel classico e tradizionale ritornello che, chissà quante volte, ci siamo sentiti ripetere? "Natale con i tuoi"... quest'anno, però, no! O almeno non del tutto. E' l'Italia dell'emergenza Covid-19; sì, purtroppo. E così anche il periodo che da sempre è sinonimo di stare assieme e di ritrovarsi con i familiari ed i parenti, ecco che sarà solo e soltanto un ricordo. Lo avrebbero, ormai, deciso le massime istituzioni.  continua... »

Se il virus viaggia in autobus. Ma questa è un'altra storia; o meglio dovrebbe essere uno degli argomenti al centro delle attenzioni, eppure no! Nemmeno stavolta...
Territorio - Una delle tante situazioni sui mezzi pubblici

Se il virus viaggia in autobus. Ma questa è un'altra storia; o meglio dovrebbe essere uno degli argomenti al centro delle attenzioni, eppure no! Nemmeno stavolta, insomma... Perché, di nuovo e dopo l'ennesimo 'stop' (in primavera era stato il lockdown praticamente totale, adesso la cosiddetta 'zona rossa', inizialmente, e, oggi, quella 'arancione'), sembra che per quanto riguarda, appunto, il trasporto pubblico di misure concrete e mirate, beh neanche l'ombra.  continua... »

De Luca, il governatore che tanto aveva decantato pugno duro contro chi violava le regole anti Covid, stavolta, di fronte alla sua gente in piazza per Maradona, se ne è dimenticato.
vincenzo-de-luca-1295257.jpg

Non è passata un'eternità, eppure qualcosa si è mosso. Cosa? Boh... Vorremmo girare la domanda al governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Eh già presidente, tutti noi ci ricordiamo ancora (in fondo come avremmo potuto dimenticarcene) le sue tante e 'colorite' dichiarazioni e avvertimenti di questi mesi di pandemia contro chi avrebbe violato o solamente pensato di violare le varie misure anti Covid ("Feste di laurea? Vi mando i carabinieri con il lanciafamme!", solo per citarne una), ma, all'improvviso e come se niente fosse, ecco che tutto sembra svanire così, nel nulla.  continua... »

Non chiamateli eroi; loro non si sentono per nulla così, anzi continuano a ripetere che stanno facendo solo il loro lavoro. Eppure eroi lo sono, eccome! Medici, infermieri e volontari...
Editoriali - Gli eroi senza mantello... (Foto internet)

Non chiamateli eroi; loro non si sentono per nulla così, anzi continuano a ripetere che stanno facendo solo il loro lavoro. Eppure eroi lo sono, eccome! Medici, infermieri, tutto il personale sanitario e, poi, i tanti, tantissimi soccorritori e volontari sulle ambulanze e nei reparti di questa o quella struttura e che, ormai da mesi (praticamente dalla primavera scorsa), sono in prima linea per le cure, l'aiuto ed il sostegno a chi sta lottando contro il Covid-19 oppure si trova in situazioni di criticità e difficoltà.  continua... »

Il periodo di lockdown: obbligati al distanziamento sociale, costretti a spostamenti limitati, insomma parcheggiati in uno stato più meno reale di attesa.
Editoriali - Lockdown: il tempo dell'attesa

Un tempo sospeso dove tutto rallenta, si ferma, si dilata. L’indole umana a socializzare viene repressa e sfogata nei social virtuali che non riescono minimamente a colmare la distanza con la realtà, la verità di un sorriso, un abbraccio e una stretta di mano. Obbligati al distanziamento sociale, costretti a spostamenti limitati, insomma parcheggiati in uno stato più meno reale di attesa. Un’attesa degli eventi che possano riaprire le nostre attività, che ci riportino a riprendere il nostro spazio nel mondo, il nostro mondo, grande o piccolo che sia, ma il nostro mondo libero.  continua... »

"Aveva altre patologie": quante volte, purtroppo, lo stiamo sentendo ripetere ormai da mesi, quasi a voler giustificare la scomparsa di qualcuno. Ma se al posto loro...
Editoriali - Piangere (Foto internet)

"Aveva altre patologie": quante volte, purtroppo, lo stiamo sentendo ripetere ormai da mesi (da quando cioé è cominciata questa lunga e complessa emergenza Covid-19), quasi a voler giustificare o rendere meno dolorosa la scomparsa di qualcuno. E se al posto loro ci fosse stato un nostro caro, magari nostro padre o nostra madre, un nonno oppure una nonna, uno zio o una zia, ancora un amico... ecco ce lo siamo mai davvero domandati?  continua... »

I giornali sono sempre più in difficoltà, ma se arrivano a simili bassezze razziste forse qualcuno se le cerca... Noi però non ci stiamo a questo tipo di giornalismo.
Editoriale - Copertina di 'Libero' contro Kamala

In epoca di fake news e di condivisioni social, è sempre più difficile riuscire a discernere tra le notizie, su quali e come siano reali. I giornali sono sempre più in difficoltà, ma se arrivano a simili bassezze razziste, forse qualcuno se le cerca... Non era tollerabile in altri periodi storici, è ancora più grave ora, nel 2020.  continua... »