meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 17°
Mar, 26/05/2020 - 23:50

data-top

mercoledì 27 maggio 2020 | ore 00:38

Simoni... mister d'altri tempi

Il mondo del calcio in lutto per la scomparsa di Gigi Simoni. Indimenticabile la vittoria con l'Inter della Coppa Uefa 1998 in finale contro la Lazio. Addio al tecnico gentiluomo.
Sport - Gigi Simoni con il 'fenomeno' Ronaldo (Foto internet)

La Coppa Uefa alzata nel cielo di Parigi contro la Lazio nel 1998, al termine di una stagione, certamente lunga, ma, allo stesso tempo, carica di grandi emozioni. La sua 'firma' chiara, precisa e indelebile, a sancire un'annata che, inevitabilmente, è entrata nella storia e nei cuori dei tanti, tantissimi tifosi nerazzurri. Lui, la guida e il faro di un Inter che, sotto le straordinarie giocate del 'fenomeno' Ronaldo e di molti altri campioni, aveva saputo incantare e conquistare l'Italia e in generale l'Europa intera. L'uomo e l'allenatore; l'allenatore e l'uomo... per tutti più semplicemente Gigi Simoni. "Ciao mister": la voce, allora, mai come oggi si mischia con i ricordi, la commozione, le lacrime e con quello strano senso di vuoto. "Ciao mister", volato via per sempre proprio, quasi fosse un segno del destino, nel giorno del 10° anniversario del 'Triplete' nerazzurro e, attorno, solo e soltanto un grande e immenso silenzio che niente e nessuno riuscirà mai a colmare. Simoni, il punto di riferimento per le generazioni passate e, in fondo, per le presenti. Il tecnico che, con le sue ottime qualità e capacità, aveva scritto pagine di storia del nostro calcio. Indelebile, infatti, rimarrà il periodo alla Cremonese, durante il quale ottiene una promozione, due salvezze e, purtroppo, pure una retrocessione (conquistando, proprio in quegli anni, però anche il Torneo Anglo-italiano), fino, appunto, all'esperienza all'Inter, con la lotta 'fianco a fianco' della Juventus per lo scudetto (duello che si risolve a favore dei bianconeri nello scontro diretto, vinto proprio da questi ultimi tra le polemiche) e il successo nella finale di Coppa Uefa contro i biancocelesti. Prima e dopo, poi, ecco le panchine di Genoa, Brescia, Pisa, Lazio, Empoli, Cosenza, Carrarese, Napoli, Piacenza, Torino, CSKA Sofia, Ancona, Siena, Lucchese e Gubbio). Un mister, insomma, d'altri tempi; un mister che, da lassù, però siamo sicuri continuerà a guidare i 'suoi ragazzi' con la stessa determinazione e la stessa costanza che l'hanno sempre contraddistinto.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento