meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 24°
Dom, 13/06/2021 - 23:50

data-top

lunedì 14 giugno 2021 | ore 23:19

L'Euro comunicazione

Oltre lo sport, i Campionati Europei di calcio sono innanzitutto un’occasione di comunicazione che sta investendo in diversa misura i vari media: pubblicitá, musica, tv.
Comunicaré - Europei in tv (Foto internet)

Siamo al fischio di inizio del campionato europeo di calcio: per un mese, dall’11 giugno all’11 luglio, l’Italia si trasformerá in un paese di allenatori e tifosi, per supportare la Nazionale di Roberto Mancini. Un’edizione indimenticabile giá solo perché porta la data dell’anno scorso: UEFA Euro 2020 seppur celebrati nel 2021, rimandati a causa della pandemia. Ma anche perché si tratta della prima edizione della competizione itinerante: non solo uno o due stati organizzatori, quindi, ma ben undici cittá europee che saranno teatro dei match. L’Italia è impegnata nella fase a gironi contro Turchia, Svizzera e Galles e spera di approdare dallo Stadio Olimpico di Roma, dove giocherá queste prime partite, fino al Wembley Stadium di Londra, per la fase finale. Ma, oltre lo sport, questi Europei sono innanzitutto un’occasione di comunicazione che sta investendo in diversa misura i vari media: pubblicitá, musica, tv.

Spot europeo: il tifo in 30 secondi
Sono diverse le pubblicitá che dedicano i propri 30 secondi di lunghezza al fenomeno calcistico. Quello di Fiat, per esempio, che immortala cittá vuote, deserte… stavolta non è per la situazione sanitaria: sono tutti in casa a guardare la partita! Ma quando c’è da festeggiare, si torna per le strade a gridare “goal!” tutti insieme. O quella di TikTok, che mixa immagini di gioco a contenuti generati dagli utenti sul social network, al motto di “Where fans play”, quando giocano i fans, a voler rappresentare l’immedesimazione e la partecipazione degli spettatori per la competizione. E come meglio si puó condividere questa emozione se non su un social network? Fino allo spot scherzoso di eBay con protagonisti i The Jackal, che prima si vendono una cyclette sulla piattaforma di annunci tra privati per acquistare un enorme televisore, e poi si godono le partite di Euro 2020 sullo schermo. Il premio per lo spot migliore, peró, va senz’altro al marchio di birra Heineken, partner ufficiale della manifestazione, che intitola la propria campagna “Finally together”, finalmente insieme. Lo spot mostra inaspettati gesti di amicizia tra tifosi di diverse nazioni: la tifosa russa che offre l’ombrello ai tifosi belgi, l’italiano che offre la pizza al francese, il coinquilino scozzese che lascia in frigo una birra all’amico inglese. Ma l’ombrello porta i colori della Russia, sulla pizza c’è scritto “Forza Italia” e la Heineken porta la bandiera della Scozia. “Finalmente insieme, per essere di nuovo rivali”. Sí, perché per l’occasione Heineken ha “vestito” le proprie bottiglie dei colori di tutte le nazioni partecipanti. Tutte da collezionare.

Musica e tv: ‘Notte Azzurra’, un inno, Arisa e Cristina d’Avena
La Rai ha dedicato agli Europei e alla nostra Nazionale un vero e proprio varietá di prima serata intitolato ‘Notte Azzurra’, con ospiti i calciatori della squadra, allenatori e staff tecnico, ma anche comici, attori, cantanti, il tutto condotto da Amadeus. Proprio la serata, andata in onda l’1 giugno, è stata teatro della presentazione ufficiale di ‘Coro Azzurro’, canzone che gli Autogol, Arisa e Ludwig dedicano ai nostri rappresentanti, colonna sonora della loro avventura europea. L’inno ufficiale della competizione, peró, è stato affidato dall’organizzazione al dj olandese Martin Garrix, che ha coinvolto nel progetto la Bono Vox e The Edge degli U2, dando vita a ‘We Are the People’, brano che va oltre il calcio e punta dritto al cuore: “Siamo le persone che stavamo aspettando, fuori dalle rovine dell’odio e della guerra, un esercito di amore mai visto”. Ma c’è anche chi ha saputo ulteriormente sfruttare l’occasione di comunicazione generata dagli Europei, come Cristina d’Avena, che torna con un album dedicato al calcio contenente l’inedito ‘Nel cuore solo il calcio’, nonché le sigle del cartone animato ‘Holly e Benji’ incise di nuovo per l’evento. Insomma, ci aspetta un mese… nel pallone!

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento