meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 11°
Lun, 03/05/2021 - 06:50

data-top

domenica 09 maggio 2021 | ore 04:32

Pubblicità che emozionano

La chiave del successo per ottenere l’attenzione dello spettatore, sia che si tratti di pubblicità televisiva, sia che venga trasmessa online, è sempre stupire chi la guarda.
Rubrica 'Comunicarè' - Sport Carebonara Barilla

In un mondo di piattaforme streaming e programmi tv on demand, la pubblicità se la deve vedere davvero dura! La chiave del successo per ottenere l’attenzione dello spettatore, sia che si tratti di pubblicità televisiva, sia che venga trasmessa online, è sempre stupire chi la guarda, cercare di distoglierlo dalle mille faccende quotidiane che lo assillano (sì, perché siamo sempre più multitasking e soggetti alla ‘noia da concentrazione’, quindi facciamo sempre troppe cose insieme) e rubare qualche minuto per imprimere il proprio marchio nella mente del destinatario. Via libera, allora, alle emozioni: che ci strappino una risata o ci facciano scappare una lacrimuccia…

Carebonara: il cortometraggio di Barilla
Partiamo, allora, dalla pubblicità che rimane impressa perché commuove. In occasione del 6 aprile - Carbonara Day 2021, giorno dedicato al tipico piatto italiano, la celeberrima marca Barilla ha diffuso online un cortometraggio tutto dedicato alla specialità a base di pasta, uova, guanciale e pecorino. Il mini-film, con protagonista l’attore Claudio Santamaria, riporta lo spettatore ai tempi della Seconda Guerra Mondiale, per otto minuti in cui si ripercorre una delle tante leggende che cerca di ricostruire la nascita del piatto. Il cortometraggio si intitola ‘Carebonara’, un gioco di parole tra il nome della specialità italiana e il verbo inglese ‘to care’, che significa ‘prendersi cura di qualcuno’. La storia è quella di un soldato americano di istanza in una Roma finalmente liberata dagli Alleati, che insieme a un cuoco italiano inventa un nuovo piatto per dare ai soldati, ormai sfiniti e demoralizzati, l’idea di un pasto caldo fatto in casa, al posto delle solite razioni militari a base di carne essiccata. L’idea – spiega Barilla – è che ripercorrere la storia di una ricetta leggendaria possa ben incarnare la convinzione che la pasta ha il potere di unire e avvicinare le persone, anche in un periodo così complesso come quello attuale. In questa scia, Barilla ha scelto di donare un milione di piatti di pasta all’organizzazione no profit Food for Soul, che si occupa dell’apertura di refettori per i più bisognosi.

La coppia Totti & Ilary: spot-divertimento assicurato
Tutt’al contrario, ci sono anche spot che ci sanno risollevare il morale, strappandoci una sonora risata: è il caso delle pubblicità che vedono protagonisti Francesco Totti e Ilary Blasi, una coppia autoironica e molto divertente. “Tu scegli il detersivo, io l’ammorbidente” dice Ilary al marito al telefono nello spot di Lenor, riferendosi al fatto che l’ex calciatore è il volto delle pubblicità dei Dash Pods, le capsule per il bucato. Un siparietto che va avanti da tempo: nel vecchio spot Lenor, Ilary dava la colpa al maritino di una abat-jour rotta per farlo dormire sul divano. Straniti del fatto che due marchi di prodotti per il bucato si citino e si rincorrano così? Ma no, c’è il trucco: sia Dash sia Lenor sono marchi del gruppo P&G - Procter & Gamble. E, per finire, come non citare una pubblicità in cui Francesco è il protagonista assoluto: quella di Very Mobile. Che l’ex capitano della Roma avesse i tempi per fare il comico, lo sapevamo già da tempo. Ma in questo spot, in cui Totti si improvvisa assistente vocale in carne e ossa e chiama Paolo (“Ah Paoloooooo!!!!”) è davvero esilarante.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento