meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto, leggera pioggia 15°
Sab, 19/10/2019 - 02:50

data-top

sabato 19 ottobre 2019 | ore 03:42

L'Alto Milanese 'sostenibile'

Il progetto 'L'Alto Milanese va in mobilità sostenibile': piste ciclabili, 'Zone 30', formazione mobility manager di area e scolastici, pedibus e buoni mobilità.
Territorio - 'L'Alto Milanese va in mobilità sostenibile'

Finanziato nel 2018, a seguito di una fase di predisposizione ed avvio delle prime progettazioni, entra nel vivo il progetto denominato 'L’Alto Milanese va in mobilità sostenibile' del valore di 1,6 milioni di euro, grazie ai fondi del Ministero dell’Ambiente (MATTM) nell’ambito del Programma Sperimentale Nazionale di Mobilità Sostenibile casa-scuola e casa-lavoro, per un valore di 850.000 euro e cofinanziato con 786.000 euro da una rete di sei comuni (Legnano capofila, Busto Garolfo, Canegrate, Dairago, San Giorgio su Legnano e Villa Cortese; territorialmente identificati come l’Alto Milanese) limitrofi e con la volontà di connettersi sempre più tra loro, promuovendo progetti ed attività a favore della mobilità sostenibile (lenta), della pedonalità e della ciclabilità, della sicurezza dei cittadini grandi e piccoli. Il progetto vede il Comune di Legnano Capofila dei sei Comuni, affiancato nel coordinamento generale dalla società consulente Elaborazioni.Org Srl, esperta nell’ambito della promozione della mobilità sicura e sostenibile, con il compito di svolgere azione di networking tra le Amministrazioni coinvolte e supporto tecnico alle progettazioni infrastrutturali, in primis. Più nello specifico, quali le azioni? Grazie ad azioni 'soft', ovvero iniziative di sensibilizzazione di cittadini e studenti, come il corso di formazione per Mobility Manager di Area e di Azienda, destinato ai referenti dei Comuni e delle aziende con un numero elevato di dipendenti, al fine di formare figure esperte nella gestione della domanda di mobilità e redazione dei relativi “Piani di Spostamento casa-Lavoro” (PSCL), previsti ad ottobre nei giorni 10-11 e 17-18 ottobre a Legnano, organizzato e gestito in collaborazione con la società consulente Isfort SpA; 6 corsi per Mobility Manager Scolastici (1 per ciascuno dei 6 Comuni), da erogarsi successivamente entro la fine dell’anno e destinati agli insegnanti delle scuole primarie, al fine di formare figure esperte nella redazione dei “Piani di Spostamento Casa-Scuola” (PSCS) con l’obiettivo di avviare politiche di Piedibus, che saranno erogati per ciascuno dei sei Comuni presso le rispettive sedi scolastiche entro la fine dell’anno; 1 campagna di comunicazione (brand, sito web dedicato al progetto, ecc.) ed organizzazione di iniziative ed eventi di condivisione e confronto con i cittadini sul tema della Mobilità Sostenibile, che vedrà il primo appuntamento pubblico il prossimo 18 ottobre (seguiranno comunicazioni con le coordinate dell’evento) a Legnano, aperto agli stakeholder rappresentanti di tutti e sei i comuni, gestito ed organizzato in collaborazione con la società consulente Poliste Srl; per l’occasione della 'European Mobility Week' che cade tra il 16 e 22 settembre, sarà pubblicato un questionario online per analizzare le abitudini di mobilità di cittadini e lavoratori sul tragitto casa-lavoro e casa-scuola; in via di definizione anche le azioni mirate ai cosiddetti 'buoni mobilità' per incentivare l’uso del trasporto pubblico, del casa-lavoro in bici e casa-scuola a piedi. Dall’altro lato un mix coordinato di azioni 'hard', ovvero: nuove piste ciclabili per circa 3,4 km, alcune delle quali indirizzate a completare tratti ciclabili esistenti in ambito comunale ed altri orientati a connettere i territori dei sei comuni tra loro; le prime 2 Velostazioni (una a Legnano ed una a Busto Garolfo), per migliorare la intermodalità bici-treno e bici-bus in prossimità della stazione ferroviaria di Legnano e di fermate bus extraurbane a Busto Garolfo; circa 20 percorsi pedonali protetti e sicuri casa-scuola lungo i tragitti che saranno individuati nell’ambito dei progetti di sperimentazione del Piedibus attraverso il format educativo de “i Bravi Piedoni”; istituzione di 4 nuove Zone 30 in prossimità di scuole e di aree prossime ai centri urbani, tra cui 1 innovativa “zona scolastica” (in linea con il Novo Codice della Strada) a Dairago; software ed applicativi a supporto dei Buoni Mobilità.
Un progetto integrato, sia nei territori, che nelle azioni previste, che sarà completato da azioni di monitoraggio al fine di calcolare i benefici ambientali previsti ed attuati alla fine del progetto.

Invia nuovo commento