meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 16°
Gio, 18/07/2019 - 05:50

data-top

giovedì 18 luglio 2019 | ore 06:28

Rifiuti: nuovi servizi

La gestione per piattaforme, centri di raccolta e spazzamento manuale: il Consorzio dei Comuni dei Navigli li ha presentati l'altro giorno a Mesero. Dal Castanese al Magentino.
Territorio - La raccolta dei rifiuti (Foto internet)

Dalla rimozione di discariche abusive o di rifiuti abbandonati alle piattaforme ecologiche e centri di raccolta, fino al monitoraggio ed alla reportistica: perchè è un Consorzio dei Comuni dei Navigli che guarda sempre con particolare attenzione ai singoli ed alla collettività. Si parte, insomma, dal presente per costruire un futuro diverso e a ‘portata di tutti’. Così, ecco che proprio nei giorni scorsi in Muncipio a Mesero sono state ufficialmente presentata (in una conferenza stampa) appunto una serie di migliorie e novità che vanno a coinvolgere e toccare i vari comuni che dello stesso Consorzio fanno parte (Albairate, Arluno, Bernate Ticino, Besate, Bubbiano, Busto Garolfo, Calvignasco, Casorate Primo, Cassinetta di Lugagnano, Castano Primo, Cisliano, Corbetta, Cusago, Inveruno, Mesero, Morimondo, Nosate, Ozzero, Vanzaghello e Vittuone). Nello specifico, si è compiuto un altro importante passo in avanti con l’assegnazione di un appalto triennale di 5 milioni di euro ad un’associazione temporanea di impresa (ATI), costituita da cooperative sociali e che riguarda la gestione operativa delle piattaforme ecologiche e dei centri di raccolta comunali per la differenziazione dei rifiuti urbani e di spazzamento manuale di aree pubbliche. Quindi, spazio alla delicata tematica della rimozione di discariche abusive o di rifiuti abbandonati (modulato sulle effettive esigenze e necessità dei Comuni, riguarda la raccolta di modeste quantità di rifiuti abbandonati su aree pubbliche del territorio comunale che necessitano di un intervento mirato e rapido; infatti, entro 24 ore dalla segnalazione, l’ATI si impegna ad attivarsi, ma a condizione che si tratti di materiale non pericoloso, che la rimozione possa essere effettuata utilizzando gli strumenti ordinari a disposizione del personale dello spazzamento strade e che la quantità da togliere non sia superiore al metro cubo). Ancora, verrà ampliato di 3 ore a settimana l’orario di apertura delle piattaforme ecologiche/centri di raccolta oppure sarà garantita analoga erogazione di servizi supplementari sul territorio, nonché si provvederà ad attivare attività aggiuntiva gratuita di pulizia strade e raccolta cestini in occasione delle sagre patronali. Non è però tutto, perchè l’appalto introduce delle migliorie anche sul fronte mezzi utilizzati per l’espletamento dei servizi, attraverso un potenziamento delle dotazioni (per esempio, aspiratori di rifiuti, Porter ad alimentazione gpl e Apecar elettrico). Altri cambiamenti, inoltre, riguardano il sistema di monitoraggio e reportistica, tramite l’impiego di moderne tecnologie come ‘Romero’, uno speciale software (servizio web di monitoraggio delle operazioni di segnalazione emergenza strade, disservizi, dissesti e discariche abusive). “L’ATI garantisce pure il supporto e la sensibilizzazione sullo svuotamento olii, la sanificazione dei cestini, il diserbo manuale e, dove prevista, la raccolta domiciliare dei rifiuti ingombranti - è stato spiegato - L’appalto, poi, vede anche l’ottimizzazione della cartellonistica con l’installazione, presso le piattaforme e i centri di raccolta che ne fossero sprovvisti, di cartelloni con l’indicazione del tipo di spazzatura e QR code per informazioni agli utenti. Fiore all’occhielo, infine, sarà la realizzazione e gestione di un Centro del Riuso, da ubicarsi presso la piattaforma comunale di Corbetta, importante iniziativa finalizzata a intercettare, a titolo indicativo, beni durevoli, elettrodomestici, biciclette, attrezzi e simili da destinare a nuovo utilizzo, evitando così la generazione di rifiuti da smaltire e, non ultimo, l’inutile spreco di risorse ancora fruibili”.

Invia nuovo commento