meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Ven, 27/11/2020 - 11:20

data-top

venerdì 27 novembre 2020 | ore 12:06

In pensione, torna in casa di riposo

La storia di Raffaella, per anni al lavoro alla 'San Giuseppe - Opera don Guanella', poi la pensione e, adesso, il rientro in servizio per dare il suo aiuto nell'emergenza Covid.
Storie - Raffaella, dalla pensione al ritorno in Rsa per l'emergenza Covid (Foto Diego Colombo)

La vita di lavoro in casa di riposo, a fianco dei tanti ospiti e di chi aveva bisogno di un sostegno, di un sorriso o di una semplice carezza, poi la pensione e, adesso, il ritorno, proprio là, in quella che, per anni, è stata la sua 'seconda casa'. Chissà, forse a chi glielo chiede, risponderebbe "Che no, non sta facendo nulla di particolare e speciale", ma, alla fine, Raffaella 'speciale' lo è, eccome. Lei, insomma, il volto bello di un periodo che è tutt'altro che semplice. L'esempio di impegno, passione e dedizione; il cuore che corre fianco a fianco dell'emergenza (lunga e complessa), perché mai come oggi è fondamentale stare vicino ai più fragili, a quanti soffrono, sono in difficoltà e vivono situazioni di criticità. Non si può lasciarli soli e soli non li ha voluti assolutamente lasciare. Anzi. Mascherina, guanti, camice e ogni dispositivo di protezione necessario ed eccola, appunto, di nuovo in prima linea, per affrontare e vincere questa delicata battaglia contro il Covid-19. "Quando ho conosciuto Raffaella, iniziando a lavorare proprio alla Rsa 'San Giuseppe - Opera don Guanella' di Castano, ormai vent'anni fa, ho capito, subito, che era una tipa tosta - ha scritto, raccontandola, Diego Colombo, uno dei suoi colleghi - Una dalla volontà incrollabile. Ora, dopo aver saputo di tanti del personale, purtroppo, a casa, positivi al Coronavirus, si é offerta di rientrare in servizio per aiutarci. Rifiutando qualunque compenso economico. Svolge qualsiasi mansione con solerzia e competenza, galoppando instancabilmente per il reparto, rischiando come tutti noi la salute ogni giorno. Entra alle 8 e va a casa alle 20. A 64 anni. Nella foto sta imboccando sua madre Rina, degente presso la nostra casa di riposo. È grazie alle persone come lei che questo mondo sgangherato sta ancora in piedi. Grazie Raffy... da tutti".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento