meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 28°
Dom, 21/07/2019 - 21:50

data-top

domenica 21 luglio 2019 | ore 22:57

'Dai tuoi occhi solamente'

Il romanzo di Francesca Diotallevi. Classe 1985, inverunese 'doc', è dedicato ad una delle più grandi artiste del secolo scorso: Vivian Maiera. Saraà presentato il 30 novembre.
Inveruno - Francesca Diotallevi

Francesca Diotallevi, classe 1985, inverunese doc, ha appena pubblicato la sua ultima fatica, il romanzo ‘Dai tuoi occhi solamente’, edito da Neri Pozza, dedicato a una delle più grandi artiste del secolo scorso: Vivian Maier. Dopo aver esordito nel mondo letterario nel 2013 con ‘Le stanze buie’ per Ugo Mursia editore, ha poi pubblicato per Electa Mondadori ‘Amedeo, je t’aime’, storia del tormentato amore di Amedeo Modigliani con Jeanne Hébuterne, e successivamente ‘Dentro soffia il vento’, sempre per Neri Pozza. Ora è la volta di raccontare la storia di Vivian, bambinaia dal carattere indecifrabile e dall’infanzia segnata da numerosi traumi, che però sa fermare il tempo grazie alla sua macchina fotografica Rolleiflex, scattando dei veri e propri capolavori. Perché proprio Vivian Maier? “Lei è una delle grandi artiste invisibili del XX secolo, oggi considerata una delle maggiori esponenti della Street photography. Nonostante l’indiscusso talento e l’evidente padronanza tecnica, non ha mai mostrato a nessuno il proprio lavoro, sviluppando solo il 10% della sua produzione (si parla di almeno 150mila fotografie scattate in circa 40 anni) e conservando i rullini in bauli e scatoloni. Poco prima della sua morte, tutti i suoi averi, abbandonati in un deposito di cui da tempo non pagava l’affitto, sono andati all’asta e sono stati acquistati da un giovane rigattiere, che non ha tardato a rendersi conto del valore artistico delle fotografie che si è ritrovato tra le mani. È così che in breve è scoppiato il caso Vivian Maier. E oggi che tutti scattiamo fotografie e, postandole su un social, possiamo ricevere in breve migliaia di like e considerarci, in fondo, tutti un po’ artisti, è interessante studiare il caso di una donna che invece ha vissuto la propria arte in forma esclusivamente privata”. La tua specialità sono i romanzi storici o comunque con un protagonista realmente esistito: perché questa scelta? “Scrivo di storie ambientate in un tempo che non è il mio perché sono le mie letture di riferimento: i classici e il romanzo storico sono, da sempre, il genere che prediligo. Svelaci le prossime date del tuo tour e soprattutto, quando a Inveruno? “Il mio tour per la promozione del romanzo sarà bello fitto, sono previste presentazioni a Verona, Vicenza, Lecco, Vigevano, Bologna, Trieste, Aosta. Ma soprattutto vi segnalo il 30 novembre a Inveruno, in biblioteca”.

Invia nuovo commento