meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Dom, 03/03/2024 - 03:20

data-top

domenica 03 marzo 2024 | ore 04:24

L'annullo delle Poste per San Martino

La festa patronale della città ha visto l’arrivo di Poste italiane in Piazza Liberazione. Tema, un annullo filatelico appositamente disegnato per celebrare i 120 anni dalla consacrazione della Basilica.
Magenta - L'annullo di San Martino 2023

Un San Martino che a Magenta ha una valenza particolare quello del 2023. Settimana scorsa infatti, oltre all’assegnazione del San Martino d’oro, la festa patronale della città ha visto l’arrivo di Poste italiane in Piazza Liberazione. Tema, un annullo filatelico appositamente disegnato per celebrare i 120 anni dalla consacrazione della Basilica che prende il nome dal Santo “del mantello”. Come spiega il prevosto di Magenta Don Giuseppe Marinoni: “Sono 120 anni della festa della consacrazione della nostra Basilica, avvenuta ad opera del beato Cardinale Ferrari il 24 ottobre del 1903. Oggi è la festa del santo patrono e io dico sempre che una festa di popolo ha bisogno di tre elementi. Dell'altare, e abbiamo appena celebrato l'Eucaristia, del mercato, che vediamo in piazza e poi soprattutto la festa in famiglia. Infatti c'è anche un dolce di San Martino preparato proprio per questo, che come quel mantello di San Martino si divide in due e infatti metà del ricavato lo dedicheremo ai poveri per la Carità”. Celebrazioni quelle del Santo Patrono che oggi sono “in un momento così difficile per il mondo, per avere uno spunto per lavorare e fare comunità e costruire il bene comune a partire dalla nostra Magenta”, ha invece dichiarato il primo cittadino Luca Del Gobbo. “Abbiamo voluto rilanciare il nostro Santo Patrono con tre giorni di festa, iniziati venerdì per tutto il weekend perché Magenta potesse fare festa e guardare a questo Santo così importante”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento