meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto, pioggia
Sab, 03/12/2022 - 13:50

data-top

sabato 03 dicembre 2022 | ore 14:42

“Speranza e dolore”

Annamaria Habermann ha regalato alla memoria un libro frutto della scoperta di un baule contenente decine di scambi epistolari tra il fratello e il padre, ebreo durante la persecuzione nazista, durante l’incontro tenutosi mercoledì 16 novembre con i ragazzi del liceo di Arconate.
Arconate - La testimonianza di Annamaria Habermann

“La storia serve se abbiamo la forza di cercare nelle nostre famiglie le nostre origini”, questa una delle considerazioni più significative di Annamaria Habermann, Dottoressa di Busto Arsizio che ha regalato alla memoria un libro frutto della scoperta di un baule contenente decine di scambi epistolari tra il fratello e il padre, ebreo durante la persecuzione nazista, durante l’incontro tenutosi mercoledì 16 novembre 2022 con i ragazzi del liceo di Arconate. L’incontro si è svolto in occasione della ricorrenza della pubblicazione delle leggi razziali e ha visto la partecipazione degli alunni delle classi V e dei rappresentanti di classe di tutte le altre classi. È stata l’occasione per ripercorrere quei tristi momenti e raccontare quello che non vogliamo più che accada. La Dott.sa Habermann ha testimoniato l’esperienza personale, che l’ha vista coinvolta tanto nell’inaspettata scoperta di queste lettere (poi raccolte in un libro – Il labirinto di carta), quanto nel viaggio alla ricerca di un passato intimo che ha conosciuto soltanto in un secondo momento. “La ricerca è speranza e dolore”, ha voluto sottolineare l’autrice, “speranza di trovare un fratello e dolore nel realizzarne l’impossibilità”. Una giornata estremamente significativa che anche il Direttore Scolastico, Emanuele Marcora, ha fortemente voluto e ha accolto ricordando che “anche nei momenti bui della storia, tra il bene e il male, esiste una zona grigia che è il terreno di tante persone, ed è qui che, come uomini, dobbiamo fare la differenza perseguendo la luce dell’umanità”. Parole che riecheggiano in un periodo come quello che stiamo vivendo.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento