meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mar, 07/02/2023 - 02:20

data-top

martedì 07 febbraio 2023 | ore 02:33

Articoli di Studio Legale Guffanti

Ancora sulla prescrizione dei contributi dovuti alla Gestione separata dell’I.N.P.S.
Consulente Legale - Logo studio Guffanti

Ancora sulla prescrizione dei contributi dovuti alla Gestione separata dell’I.N.P.S. La Sezione Lavoro della Cassazione, con sentenza n. 29832 del 12 ottobre 2022, ha trattato e deciso diversi problemi in ordine alla disciplina della prescrizione dei contributi dovuti da un avvocato iscritto d’ufficio alla Gestione separata di cui alla Legge n. 335 del 1995.  continua... »

Il superamento dei limiti di velocità non influisce sulla colpa del sinistro se controparte invade la corsia.
Consulente Legale - Logo studio Guffanti

Nel caso di sinistro stradale al conducente che supera il limite di velocità non viene addebitata alcuna responsabilità e/o concorso di colpa nella causazione del sinistro se il conducente dell’altro veicolo ha invaso la corsia.  continua... »

Niente “padre” e “madre” sulla carta d’identità del minorenne che ha due madri, quella biologica e quella adottiva. Le due donne debbono essere identificate sul documento di riconoscimento del minorenne con la generica dicitura “genitore”.
Consulente Legale - Logo studio Guffanti

Netta la presa di posizione del Tribunale di Roma che ha dato ragione a due donne, madri, rispettivamente, biologica e adottiva di una bambina, nella loro battaglia col Comune di Roma e con il Ministero dell’Interno.
A dare il là alla vicenda giudiziaria è stata la richiesta, avanzata dalle due donne, mirata ad ottenere l’emissione di una carta di identità elettronica, valida per l’espatrio, a nome della figlia, con l’indicazione dei loro nominativi con la qualifica di “madre” e di “madre” o, in alternativa, con la dicitura neutra di “genitore”.  continua... »

Non è ammissibile la prova per testimoni della lettera di intimazione di licenziamento.
Consulente Legale - Logo studio Guffanti

Con una recente sentenza pubblicata in data 8 settembre 2022, la numero 26532, la Corte Suprema di Cassazione ha ribadito un principio ormai consolidato in tema di prova del licenziamento.
Una dirigente si trovava ad impugnare il proprio licenziamento adducendo che le era stato intimato solo oralmente, nel corso di una riunione aziendale a cui aveva partecipato assieme ai vertici aziendali.
Il datore di lavoro, durante tutto il contenzioso, aveva cercato di provare per testimoni che l’intimazione di licenziamento avesse assunto anche una forma scritta.  continua... »

Il Notaio è responsabile dei danni subiti dalla banca per aver omesso, o comunque non eseguito con la dovuta diligenza, le verifiche sulla libertà dell’immobile oggetto di garanzia.
Consulente Legale - Logo studio Guffanti

È quanto affermato dalla Suprema Corte di Cassazione con ordinanza n. 30494, sezione III, del 18.10.2022.
 
Nel caso di specie la banca aveva citato in giudizio un notaio per ottenere il risarcimento dei danni subiti in conseguenza dell'inadempimento in occasione della stipula di un contratto di mutuo ipotecario.  continua... »