meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto 13°
Sab, 24/10/2020 - 01:50

data-top

sabato 24 ottobre 2020 | ore 02:06

ANBI: ETVilloresi apre i musei

Settimana della Bonifica e dell'Irrigazione 2020: il Consorzio ETVilloresi aderisce all'iniziativa promossa da ANBI con due aperture straordinarie dei musei a Castano e Chignolo Po.
Castano - Il Museo Emeroteca delle Acque Villoresi

E’ in corso l’iniziativa, promossa annualmente nell’intero Paese dall’ANBI – l’associazione nazionale dei Consorzi di Bonifica – che intende celebrare le due attività maggiormente qualificanti svolte dai Consorzi ovvero la bonifica e l’irrigazione, che nel corso del tempo sono state però affiancate da molto all’altro all’insegna della multifunzionalità dell’acqua regolata e gestita da questi importanti Enti. La sostenibilità sociale, economica ed ambientale nell’utilizzo della risorsa acqua è il tema ispiratore di questa edizione, pensata e realizzata in tono minore per via della diffusione dei contagi da Covid-19. La Settimana si è aperta lo scorso sabato 26 settembre e si protrarrà sino al 4 ottobre compreso. Anche il Consorzio Est Ticino Villoresi (ETVilloresi) ha deciso di aderire alla manifestazione con l’organizzazione di due aperture straordinarie, previste il 3 e il 4 ottobre (10-12.30 e 15-18), del Museo Emeroteca delle Acque Villoresi di Castano Primo, nell’Atomilanese, e del Museo della Bonifica di Chignolo Po, nel Basso Pavese. Le visite saranno effettuate con l’ausilio del personale consortile, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid. Il Museo Emeroteca storica delle Acque Villoresi, finanziato nell’ambito dell’accordo di programma PIA Navigli attraverso fondi comunitari POR FESR Asse 4, è sito al primo piano del Museo Civico di via Corio, adiacente alla storica Villa Rusconi, sede del Comune di Castano Primo, nell’Altomilanese. Il polo museale nasce dalla volontà di conservare l’archivio storico consortile che raccoglie documenti e progetti originali, rappresentando uno strumento prezioso per ricostruire le tappe salienti della storia del Canale Villoresi. L’esposizione si arricchisce inoltre di pannelli espositivi, strumenti antichi e attrezzi impiegati per la costruzione e successiva manutenzione del canale di proprietà consortile. Le carte storiche dell’Ente, opportunamente catalogate, sono custodite in appositi scaffali nel rispetto della normativa in materia di conservazione dei beni culturali e disponibili per la consultazione. Il Museo è stato recentemente arricchito da un allestimento multimediale, che attraverso memory game, applicativi e altri contenuti interattivi permette ai visitatori di conoscere e apprendere secondo nuovi approcci non convenzionali.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento