meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse, leggera pioggia 24°
Gio, 13/08/2020 - 21:20

data-top

giovedì 13 agosto 2020 | ore 22:08

38 anni in divisa e oggi... la pensione

Gli inizi, nel lontano 1982 in Comune a Nosate, dove è sempre rimasto; poi, anche l'attività con la Polizia locale di Turbigo. Adesso, per Daniele Zanzottera, è il momento della pensione.
Nosate - Daniele Zanzottera

Il primo pensiero, beh... neanche a dirlo, va a quell'ormai lontano 1982, però i ricordi, alla fine, sono tanti, tantissimi. E, in fondo, diversamente, non potrebbe essere, dopo 38 lunghi anni di professione alle spalle. Già, un traguardo davvero importante o come qualcuno l'ha ribattezzata "una vita in divisa", ma, adesso, ecco che per Daniele Zanzottera è arrivato il momento della pensione. "Dal primo agosto - commenta - Devo ammettere che ancora non mi sto rendendo conto e di sicuro mi ci vorrà un po' per maturare questa idea". 58 anni, nosatese 'doc', la carriera lavorativa come Vigile urbano comincia, appunto, nel 1982 e proprio nel suo Comune d'origine, Nosate. "Erano altri tempi rispetto ad oggi - racconta - Ognuno, infatti, svolgeva più mansioni; io, per esempio, oltre all'attività di agente, mi ricordo quando è stato istituito lo scuolabus e, per un periodo, ho fatto l'autista; o ancora, un momento certamente significativo, è stata la convenzione con la Polizia locale di Turbigo, che mi ha dato la possibilità di crescere sempre di più a livello professionale. Ogni tassello, alla fine, è stato fondamentale nel mio percorso e mi ha permesso di rapportarmi con situazioni e realtà diverse". Senza dimenticare, poi, le varie Amministrazioni comunali che, nel frattempo, si sono succedute e con le quali si è trovato a lavorare fianco a fianco. "Quattro in tutto - continua - Dal sindaco Mario Romorini, passando per Carmen Tonella, Carlo Miglio e, adesso, Roberto Cattaneo... con ognuno c'è stato un buon rapporto. Ora, però, è il momento dei saluti, che cosa farò, una volta in pensione? Non è facile rispondere a questa domanda, vedremo una volta a casa".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento