meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Alcune nuvole 25°
Dom, 27/05/2018 - 11:20

data-top

domenica 27 maggio 2018 | ore 11:52

Il ritorno degli antichi Cammini...

Molti Comuni del nostro territorio si stanno attrezzando per questa nuova forma e opportunità di turismo.
Castelletto - Via Francisca fino Abbiategrasso.2

I ritmi della camminata, la scoperta (senza tempo e ansia) di luoghi, paesi, spazi naturali vicino a noi. Il fascino di ricalcare le orme di antiche tradizioni. Sempre più frequentemente, anche nel nostro territorio, si stanno riscoprendo gli antichi e storici cammini. Domenica 15 aprile, per esempio, a pochi chilometri di distanza, ben due percorsi hanno interessato il nostro territorio. Nel varesotto il ‘Cammino di Sant’Agostino’ che ha unito Malpensa a Busto Arsizio, per 15 chilometri di percorso, fino a giungere al Santuario Bustocco. A Castelletto di Cuggiono, invece, ha ‘ripreso’ vita l’antica ‘Via Francisca del Lucomagno’. “Dal Centro Europa al passo del Lucomagno, da Varese attraverso la Lombardia fino a Pavia - hanno spiegato gli organizzatori - così da congiungersi con la ‘Via Francigena’ che parte da Canterbury, attraverso la Francia e il Gran San Bernardo, fino a raggiungere Pavia e poi proseguire fino a Roma. La nostra scommessa era ripristinare il percorso lombardo e con il lavoro di due anni, la collaborazione di molte amministrazioni e società che tutelano il territorio, a poco a poco ci siamo riusciti. Il 24 marzo 2017 vi è stato il primo tratto dal lago di Costanza, per raggiungere Ponte Tresa il 18 agosto scorso. Letteralmente ‘passo dopo passo’ abbiamo proseguito fino a giungere a Castelletto di Cuggiono lo scorso 7 ottobre, con un bel gruppo di partecipanti e anche il Corpo Bandistico locale ad attenderci. Il 15 aprile si è proseguito da Castelletto fino ad Abbiategrasso e le settimane successive si arriverà prima a Bereguardo e poi a Pavia il 6 maggio. Grazie alla segnaletica posta nei Comuni e lungo i percorsi questa antica ‘via’ avrà vita propria e potrà essere percorsa da moderni pellegrini o amanti della natura”. Territorio, scoperto poco a poco, magari rimanendo incantati di quanta bellezza c’è nei nostri paesi. “E’ stata un’esperienza bellissima - hanno commentato all’arrivo alcuni ‘camminatori’ - seguire il ritmo del proprio cammino, tra aree naturali di grande impatto è un’esperienza che fa davvero capire da cosa siamo circondati. Lo consigliamo a tutti”. Molto soddisfatto anche l’assessore del Comune di Cuggiono Giuliano Ottolini: “Ci sono luoghi che meritano di essere visti - commenta - la strutturazione di questi percorsi diventa anche un’opportunità importante per il turismo locale che può organizzarsi per offrire servizi e risorse ai pellegrini di passaggio”. Il paragone con il ‘Cammino di Santiago’ è al momento ancora molto distante, soprattutto per la ‘sacralità’ di chi lo effettua per arrivare a Compostela, ma le possibilità umane, ambientali e sociali di riscoprire queste antiche tradizioni sono vastissime. In fondo basta un po’ di preparazione, scarpe comode, uno zainetto sulle spalle e... “buon cammino a tutti!”.

Invia nuovo commento