meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 10°
Dom, 25/02/2024 - 12:20

data-top

domenica 25 febbraio 2024 | ore 12:41

Pronto Soccorso: più pazienti

L’Azienda Ospedaliera riesce a gestire l’emergenza, ma vi sono il 30% di richieste in più.
Legnano - I responsabili dell'Urgenza dell'AO di Legnano

Se l’aumento di richieste di prestazioni a carico dei Pronto Soccorso dei nostri ospedali è cosa abituale per i periodi festivi e del mese di gennaio, quest’anno vi è una variabile in più che ha fatto crescere le richieste di prestazioni al PS e conseguenti ricoveri fino a quasi il 30%: le poche vaccinazioni antinfluenzali, soprattutto nelle fasce a rischio, effettuate in autunno.
Il direttore sanitario Massimo Lombardo ha così spiegato: “Questo è un ospedale d’urgenza e i pazienti che si recano al pronto soccorso devono tener conto che i codici gialli e rossi hanno priorità su quelli verdi e bianchi. Sin troppo spesso al Triage arrivano persone che potrebbero intraprendere altri tipi di percorsi consultando i medici generici”.
Il primario del reparto della Pediatria dr. Flores D’Arcais precisa inoltre, dati alla mano, come, molto spesso, chi si reca al Pronto Soccorso non avrebbe necessità di ricorre al servizio di urgenza: “Solo nel 2014 abbiamo contato più di 10mila accessi di cui solo l’8% è stato ricoverato. Una media al di sotto di quella nazionale fissata al 12%. I codici rossi sono aumentati del 4,3%, dato che conferma quanto siano incrementati i casi di emergenza provenienti anche fuori da Legnano”.
Il capodipartimento dell’Urgenza/Emergenza dell’Azienda Ospedaliera di Legnano Aldo Minuto sottolinea che “nei periodi di iperafflusso vi è un piano ‘emergenza’ che predispone più posti letto nei reparti di medicina, spesso riducendo gli interventi programmabili”. Spesso non basta e così capita che si faccia ricorso alla richiesta di ‘ospitalità’ ad altri ospedali nella zona.
“Il mio grazie ad infermieri, medici e personale sanitario che ha sopperito a tutte le esigenze e richieste del periodo” - spiega il capodipartimento Area Medica dell’Azienda Ospedaliera di Legnano dr. Antonino Mazzone.
Gli ultimi dati li fornisce il responsabile della Medicina d’urgenza dell’Ospedale di Legnano Marco Parodi: “Il ‘panico’ da vaccino alla fine ha portato a quasi il 34% in più di ricoveri per polmoniti, ma segnalo anche come siano aumentati del 53% i codici gialli e rossi. In prospettiva è fondamentale una continuità assistenziale e di teleassistenza con il territorio ed i medici di base”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento