meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 20°
Sab, 20/07/2024 - 04:50

data-top

sabato 20 luglio 2024 | ore 05:48

Widmer e la traversata dello Stretto

Il cuggionese Widmer Gazziola specialista nelle specialità di fondo nel nuoto, che ha già collezionato negli anni diverse attraversate dei principali laghi Italiani e conquistando più volte il titolo di “Nobile dei Laghi”, quest’anno ha voluto affrontare le acque salate dello Stretto di Messina.
Cuggiono / Sport - Widmer Gazziola

Il cuggionese Widmer Gazziola specialista nelle specialità di fondo nel nuoto, che ha già collezionato negli anni diverse attraversate dei principali laghi Italiani e conquistando più volte il titolo di “Nobile dei Laghi”, quest’anno ha voluto affrontare le acque salate dello Stretto di Messina. “Quando decidi di attraversare a nuoto lo stretto di Messina, non stai sfidando l’acqua, la natura o le correnti, stai sfidando prima di tutto i tuoi limiti e le tue paure”. Inizia così il racconto di Widmer, 40 anni il prossimo settembre, che dal lontano ottobre 1990 frequenta la Piscina di Cuggiono e attualmente fa parte della Squadra di nuoto della GAMES Sport che gestisce l’impianto. Così il 17 giugno Widmer ha affrontato la nuova sfida, attraversare a nuoto lo stretto con i suoi 3,5 chilometri che separano Capo Peloro (Messina) dalla terra ferma calabra di Cannitello. “Fondamentale per la buona riuscita di questa impresa l’impeccabile appoggio della società romana “Swimming Travel”. A disposizione, oltre che del nostro Widmer e di altri 29 temerari: 2 ambulanze, 18 barche, 1 medico e 12 Assistenti Bagnanti per garantire la sicurezza di tutti. “Il problema maggiore” racconta Widmer, “sono le forti correnti: può capitare di aspettare ore sulla spiaggia in attesa dell’OK a partire della Capitaneria di porto, poiché la traversata può svolgersi solo nell’ora di stanca delle correnti”. Alle 10,45 arriva il via libera della Capitaneria e inizia l’attraversata che, grazie anche alle ottimali condizioni del mare (acqua a 22,3° e onde alte solo 0,3 metri) Widmer ferma il cronometro a 55’ e 54”; nemmeno un’ora e poco più di 3200 bracciate per attraversare lo Stretto di Messina. Una sfida davvero impegnativa anche per chi, come l’atleta di Cuggiono, non è nuovo a imprese di nuoto di lunga durata. “Non trovo parole per descrivere l’emozione provata quando ho toccato il suolo calabrese dopo la traversata: avevo realizzato un sogno al quale lavoravo da 3 anni”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento