meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 27°
Lun, 17/06/2024 - 17:50

data-top

lunedì 17 giugno 2024 | ore 18:50

Il Risorgimento al Mulino

Indietro nel tempo: si può, eccome! Pronti, allora, come si dice a fare “un tuffo nel passato”? L’appuntamento, o meglio gli appuntamenti (perché saranno davvero diversi i momenti di coinvolgimento e condivisione) sono questo fine settimana con ‘Il Risorgimento al Mulino del Pericolo’.
Turbigo / Eventi - Rievocazione storica (Foto d'archivio)

Indietro nel tempo: si può, eccome! Pronti, allora, come si dice a fare “un tuffo nel passato”? L’appuntamento, o meglio gli appuntamenti (perché saranno davvero diversi i momenti di coinvolgimento e condivisione) sono questo fine settimana con ‘Il Risorgimento al Mulino del Pericolo’ (rievocazione storica), organizzato dall’Associazione Risorgimentale Turbigo 3 Giugno 1859. Si comincia, allora, sabato 11 maggio alle 10 con l’apertura al pubblico del campo militare lungo il Ticino, quindi spazio alla didattica a cura dei rievocatori, alla mostra di modellismo curata dall’Associazione ‘A.M. il Ponte’ di Romentino e alla mostra di cimeli risorgimentali del Museo ‘Aldo Rossini’ di Novara. Nel pomeriggio, poi, ecco la presentazione del libro ‘Turbigo 3 giugno 1859’ e, contemporaneamente, proseguiranno le mostre e le attività, per arrivare al racconto itinerante della battaglia e wargames; alle 19, invece, merenda sull’aia (10 euro su prenotazione) e alle 20.30 ballo risorgimentale e campo militare in notturna. Ma non è finita qui, perché come detto due sono i giorni della manifestazione. E, allora, domenica 12 maggio alle 10, spazio all’apertura del campo militare, didattica, wargames e presentazione dei prodotti tipici dei mulini (‘Riseria Capittini’ di Galliate), mentre alle 12 ‘Spuntino del contadino’ (10 euro su prenotazione), con intrattenimento a cura dei ragazzi della 3^ A della scuola secondaria di Turbigo. Alle 14.30, ancora, torneo di burraco e proseguimento delle mostre e attività. Alle 16, momento istituzionale con le autorità alla stele in ricordo del capitano francese Ernest Charles Vanéechout, eroe della seconda guerra di indipendenza italiana (che oggi riposa nel cimitero cittadino) e alle 17 concerto della Fanfara di Magenta.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento