meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 27°
Lun, 17/06/2024 - 16:50

data-top

lunedì 17 giugno 2024 | ore 17:58

Trent'anni di Primaria: "Uno sguardo comune per il bene"

La Fondazione Istituto san Girolamo Emiliani ha celebrato i trent'anni di istituzione della Primaria Santa Gianna: una serata di ricordi e emozioni, nel segno della doppio carisma della scuola. Ospiti il Superiore dei somaschi p. Sepulveda e il presidente di FOE Tonarini.
Scuola - Trent'anni di Primaria Santa Gianna Beretta Molla

Due anime, due carismi, “due accenti diversi di una stessa lingua, uniti in un sguardo comune che porta il bene”. L’attività educativa delle scuole della Fondazione Istituto S. Girolamo Emiliani di Corbetta infatti è nata e continua a vivere su due idee educative distinte ma strettamente interconnesse. Da una parte il carisma somasco, il “vivere e morire con i ragazzi” di san Girolamo Emiliani, fondatore dell’ordine, dall’altra il magistero di don Giussani, che nella sua mirabile ampiezza ha investito anche l’istruzione.

Un’unione ormai più che ventennale che si è rinsaldata di nuovo per la celebrazione del trentesimo anniversario dalla creazione della Scuola Primaria Santa Gianna Beretta Molla nel 1994. L’evento, che ha visto la partecipazione di un folto pubblico e di molte autorità (tra di esse, il senatore Massimo GaravagliaScuola - Trent'anni di Primaria Santa Gianna Beretta Molla, 2, l’assessora all’istruzione del Comune di Corbetta Elisa Baghin, la sindaca di Marcallo Marina Roma e gli assessori all’istruzione di Magenta e Abbiategrasso), ha visto gli interventi del Preposito generale dei Chierici Ordinari di Somasca, Josè Antonio Nieto Sepulveda, e del direttore della Federazione Opere Educative (che raccoglie numerose scuole paritarie cattoliche in tutta Italia) Massimiliano Tonrarini.

La serata è stata aperta dal Coro della primaria, che ha intonato ‘La preferenza’ di Paolo Amelio. Dopo i saluti istituzionali del direttore Andrea Gorini, dell’assessora Baghin, del rettore padre Macchi e della presidente dell’Associazione Genitori Elisa dell’Acqua, Tonarini ha spiegato il valore aggiunto che la scuola paritaria può dare al sistema italiano: “In Italia gli studenti di scuole cattoliche sono oltre 800mila: sono parte di un sistema che sa che tutti noi abbiamo un destino superiore, piùScuola - Trent'anni di Primaria Santa Gianna Beretta Molla, 3 grande. In più, la scuola oggi è il primo centro di aggregazione sociale per le famiglie: le nostre scuole sanno aggiungere una connotazione unica ai rapporti che si creano, configurando una vera e propria alleanza educativa anche tra famiglia e famiglia. In una scuola cattolica di Milano abbiamo avuto degli alunni provenienti da una situazione problematica legata alla criminalità organizzata. Nonostante queste vicende, tutte le altre famiglie hanno fatto massa accogliendo i piccoli alunni per aiutarli in un momento difficilissimo della loro vita, quando entrambi i loro genitori erano finiti in carcere. Questa è la nostra scuola: l’alleanza che si fa vicina nel segno di un destino più grande”.

Padre Sepulveda, poi, ha spiegato con chiarezza il carisma somasco: “La nostra ispirazione si riassume nelle chiarissime parole di san Girolamo: ‘Voglio vivere e morire coi miei ragazzi’. A questo siamo chiamati: ad avere una cura speciale per i nostri alunni, che ci renda maestri, non insegnanti. Insegnante è colui che forma, che dà norme, regole e istruzioni; il maestro invece è qualcosa di più: cammina insieme al suo alunno, ha sempre uno sguardo speciale su di lui, che riesca a vedere il meglio che ciascun ragazzo può offrire. Dobbiamo ‘uccidere Erode’: come lui uccise molti bambini innocenti al tempo di Gesù, oggi si manifesta ancora in molte forme, più subdole. Dove c’è sfruttamento minorile, dove i bambini non possono studiare, dove i bambini vengono abbandonati negli orfanotrofi, lì vive Erode, e siamo chiamati a sconfiggerlo”.

Commozione, dunque, passione e consapevolezza: una serata che ha permesso di “fermarsi e guardare indietro al percorso fatto”, per ammirare i traguardi raggiunti e per continuare con ancora più determinazione su un percorso che doni quello stesso bene che tutti abbiamo ricevuto.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento