meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 22°
Lun, 27/05/2024 - 16:50

data-top

lunedì 27 maggio 2024 | ore 17:47

Risorse a chi ospita centrali

Assegnazione ai Comuni, facenti parte dei comprensori interessati dalla presenza di grandi derivazioni idroelettriche, del controvalore economico corrispondente alla quota del 70% di fornitura di energia gratuita.
Nosate - Il Canale Industriale

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore a Enti locali, Montagna e Risorse energetiche, Massimo Sertori, ha confermato il criterio di ripartizione della monetizzazione dell'energia gratuita, assegnando a tutti i territori interessati dalle grandi derivazioni la medesima quota di fornitura di energia gratuita determinata a consuntivo per l'anno 2022.

"Mettendo in atto la legge regionale del 2019 - spiega Sertori - in cui è stato disposto l'obbligo per le grandi derivazioni idroelettriche di fornire annualmente e gratuitamente alla Regione una quota dell'energia elettrica prodotta da parte degli operatori, con questa delibera confermiamo il criterio di ripartizione straordinario delle risorse adottato per gli anni 2020 e 2021".

"Questo consiste - continua l'assessore Sertori - nell'assegnazione ai Comuni, facenti parte dei comprensori interessati dalla presenza di grandi derivazioni idroelettriche, del controvalore economico corrispondente alla quota del 70% di fornitura di energia gratuita".

"Le Amministrazioni comunali - conclude Sertori - potranno destinare le risorse assegnate alle tipologie di servizi pubblici e alle categorie di utenti individuate dalla giunta".

I SERVIZI PUBBLICI DESTINATARI DEL BENEFIT - Sono aumentate le tipologie di servizi pubblici cui le Amministrazioni comunali potranno assegnare le risorse: le strutture sanitarie pubbliche e i servizi di carattere ambientale (ciclo dei rifiuti, approvvigionamento idrico, depurazione).

Si aggiungono alle categorie già previste lo scorso anno: impianti ed edifici scolastici pubblici, impianti ed infrastrutture sportive di proprietà pubblica, impianti ed edifici pubblici, mensa scolastica, biblioteche pubbliche, illuminazione pubblica, strutture di accoglienza assistenziali convenzionate, Residenze Sanitarie Assistenziali pubbliche o private accreditate.

PER LE FAMIGLIE - La Giunta ha inoltre aumentato il numero di nuclei familiari destinatari dell'energia gratuita innalzando la fascia ISEE necessaria per accedere al beneficio: quest'anno le risorse potranno essere destinate alle famiglie residenti nei comuni beneficiari con ISEE inferiore o uguale a 20.000 euro e alle famiglie con 3 o più figli con ISEE inferiore o uguale a 40.000 euro.

Di seguito l'elenco dei Comuni ricadenti nei sub-ambiti territoriali provinciali a cui attribuire il beneficio dell'energia gratuita per il 2023. Per la provincia interamente montana di Sondrio l'ambito che beneficia della fornitura dell'energia gratuita coincide con tutto il territorio provinciale.

PROVINCIA DI BERGAMO - Ardesio, Azzone, Bonate Sopra, Bonate Sotto, Bottanuco, Branzi, Calusco, Camerata Cornello, Canonica d'Adda, Capriate S. Gervasio, Carona, Castelli Calepio, Colere, Costa Volpino, Curno, Dalmine, Dossena, Fara Gera d'Adda, Filago, Foppolo, Gandellino, Gromo, Isola di Fondra, Lenna, Madone, Medolago, Mezzoldo, Moio de Calvi, Olmo al Brembo, Oltre il Colle, Osio Sopra, Osio Sotto, Piazza Brembana, Piazzatorre, Piazzolo, Ponte S. Pietro, Presezzo, Rogno, Roncobello, S. Giovanni Bianco, S. Pellegrino Terme, Schilpario, Sedrina, Serina, Solza, Suisio, Treviolo, Valbondione, Valgoglio, Valleve, Valnegra, Vilminore di Scalve, Zogno.

PROVINCIA DI BRESCIA - Anfo, Angolo Terme, Artogne, Bagolino, Barghe, Berzo Demo, Berzo Inferiore, Bienno, Borno, Braone, Breno, Capo di Ponte, Capovalle, Cedegolo, Cerveno, Ceto, Cevo, Cimbergo, Cividate Camuno, Corteno Golgi, Darfo Boario Terme, Edolo, Esine, Gargnano, Gianico, Idro, Incudine, Lavenone, Limone sul Garda, Losine, Lozio, Magasa, Malegno, Malonno, Monno, Niardo, Ono S. Pietro, Ossimo, Paisco Loveno, Palazzolo sull'Oglio, Paspardoz, Pian Camuno, Piancogno, Pisogne, Ponte di Legno, Provaglio Val Sabbia, Sabbio Chiese, Saviore dell'Adamello, Sellero, Sonico, Temù, Tignale, Tremosine sul Garda, Treviso Bresciano, Valvestino, Vestone, Vezza d'Oglio, Vione, Vobarno.

PROVINCIA DI COMO - Domaso, Dongo, Dosso del Liro, Garzeno, Gravedona e Uniti, Livo, Peglio, Stazzona, Vercana.

PROVINCIA DI LECCO - Bellano, Casargo, Dervio, Introbio, Paderno d'Adda, Pagnona, Premana, Robbiate, Sueglio, Valvarrone.

PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA - Cornate d'Adda.

CITTA' METROPOLITANA DI MILANO - Cassano d'Adda, Castano Primo, Nosate, Trezzo sull'Adda, Turbigo, Vaprio d'Adda.

PROVINCIA DI VARESE - Lonate Pozzolo, Luino, Somma Lombardo, Vizzola Ticino

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento