meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 16°
Mer, 22/05/2024 - 00:50

data-top

mercoledì 22 maggio 2024 | ore 01:10

Gregory Hanlon e 'Italia 1636. Il sepolcro degli eserciti'

Edito nel 2014 nella versione inglese e poi tradotto e pubblicato in italiano nel 2018, ha avuto varie recensioni (la più prestigiosa è quella del professor Paolo Mieli, pubblicata sul Corriere della Sera/Cultura dell'11 dicembre dal titolo 'La battaglia dimenticata') e adesso verrà presentato anche a Lonate Pozzolo, alla sala polivalente 'Ulisse Bosisio'. L'appuntamento con il libro 'Italia 1636. Il sepolcro degli eserciti' e con il suo autore Gregory Hanlon è domenica 26 febbraio.
Lonate / Eventi - 'Italia 1636. Il sepolcro degli eserciti'

Edito nel 2014 nella versione inglese e poi tradotto e pubblicato in italiano nel 2018, ha avuto varie recensioni (la più prestigiosa è quella del professor Paolo Mieli, pubblicata sul Corriere della Sera/Cultura dell'11 dicembre dal titolo 'La battaglia dimenticata') e adesso verrà presentato anche a Lonate Pozzolo, alla sala polivalente 'Ulisse Bosisio'. L'appuntamento con il libro 'Italia 1636. Il sepolcro degli eserciti' e con il suo autore Gregory Hanlon è domenica 26 febbraio, dalle 15, organizzato dall'associazione culturale 'Cavalieri del Fiume Azzurro', dall'associazione storico culturale 'Tercio de Saboya' e dal Comune. Parteciperà anche Luca Stefano Cristini, autore di libri sulla Guerra dei Trent'anni (in particolare sulla Battaglia di Tornavento), mentre il 'Tercio de Saboya' sarà presente con una rappresentanza nobiliare e con il picchetto d'onore. E al termine verrà proiettato il video della 24^ rievocazione storica della Battaglia di Tornavento, a cura dell'autore Stefano Businaro. Saranno esposti, inoltre, reperti storici ritrovati sul luogo della stessa battaglia, il fosso del Panperduto. A coordinare l'evento, il professor Franco Bertolli.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento