meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto, pioggia
Dom, 04/12/2022 - 12:50

data-top

domenica 04 dicembre 2022 | ore 13:44

Turbigo... nella storia

Turbigo: un vero e proprio 'tuffo' nel passato, a tanti e tanti anni fa. 'Lo sbarco in Lombardia': rievocazione storica e tanti momenti per conoscere e rivivere la storia.
Turbigo / Eventi - Lo sbarco in Lombardia (Foto Gianni Mazzenga)

Quando si dice "fare la storia". E a Turbigo l'hanno fatta, eccome! Un vero e proprio 'tuffo' nel passato, a tanti e tanti anni fa, insomma, perché, nello scorso fine settimana, grazie all'Associazione Risorgimentale Turbigo 3 Giugno 1859, il paese è tornato davvero indietro nel tempo. Là, tra il Mulino del Pericolo e l'area attorno, passando, poi, per il ponte sul Naviglio e quindi arrivando in Villa Gray, alla fine, è stato un susseguirsi di iniziative, ricordi ed emozioni. Si è cominciato, infatti, la mattina di sabato 18 giugno, con l'apertura del museo diffuso presso le vetrine del centro cittadino, mentre nel pomeriggio ecco l'inizio ufficiale della manifestazione, appunto, al Mulino del Pericolo, con il racconto dello 'sbarco e della presa di Turbigo del 31 maggio 1800", l'inaugurazione del quadro e il taglio del nastro della futura Route Napoleon. La sera, quindi, è stata la volta dell'aperi-rancio Austroungarico e Francese e della spiegazione del progetto culturale 'Da Turbigo a Marengo'. Due, invece, i principali momenti della domenica: prima la visita dell'accampamento militare in Villa Gray e, a seguire, spazio alla rievocazione storica 'La presa del ponte di Turbigo'. "Con la 'due giorni' abbiamo voluto creare un evento nel quale inseriamo il nostro Comune nel tour europeo delle rievocazioni storiche - ha commentato Daniele Solivardi, presidente dell'Associazione Risorgimentale Turbigo 3 Giugno 1859 - Un appuntamento che ha portato, infatti, i visitatori direttamente sui luoghi storici del nostro territorio, quali ad esempio il Ticino, il Mulino del Pericolo, la vecchia via al Porto, il ponte, la Villa Gray e chissà mai in futuro anche il castello. Voglio ringraziare le tante persone che hanno collaborato alla realizzazione dell'iniziativa. Un progetto che nasce dall'amore per quest'area e che vuole essere un momento importante che partendo dalla cultura, dall'arte e dalla storia possa creare dei posti di lavoro". (Foto di Gianni Mazzenga)

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento