meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 29°
Mer, 06/07/2022 - 11:20

data-top

mercoledì 06 luglio 2022 | ore 12:18

"Chi pagherà i danni?"

Con un durissimo intervento, Fabio Gamba di 'Viva Arconate', ci espone il suo intervento in consiglio comunale: "Mi rimangono due obiettivi: riportare a casa il GSA e far pagare a Voi i danni che avete procurato".
Arconate - Fabio Gamba con Mario Mantovani

Un momento atteso, da ben sette lunghi anni, per una sentenza finale di assoluzione che ribalta la storia politica degli ultimi anni. Un cambio di prospettiva radicale che per Arconate e il territorio apre ora nuovi scenari. Ma in questo momento, dopo tanti attacchi, per il consigliere di Viva Arconate' Fabio Gamba è il momento di chiarire alcuni punti fondamentali:
"La verità è venuta a galla: MARIO MANTOVANI E’ INNOCENTE! Lo è sempre stato, io l’ho sempre sostenuto, insieme a tanti. E ancora una volta avevamo ragione!
Mantovani infatti è stato assolto con formula piena su tutti i reati, assolto perché il fatto non sussiste, cioè non esiste il reato. Non è mai esistito! Ma per voi no! Per voi è sempre stato colpevole, di ogni reato contestato. Vi ho più volte consigliato pubblicamente, anche durante gli ultimi consigli comunali, di aspettare il terzo grado di giudizio a considerarlo colpevole perché è la legge che ce lo ricorda (art. 27, comma 2 della Costituzione).
Ma voi ve ne siete sempre fregati! Eravate troppo intenti nel portare avanti la guerra dell’odio e del fango contro il nemico di sempre. E via con articoli, assemblee pubbliche, pagine del giornaletto, pagine del ciac, post su facebook, ogni occasione era utile per dipingere Mantovani come il peggiore dei disonesti.
In 7 lunghi anni quanta violenza che avete usato! Un accanimento senza eguali, feroce, disumano.
Avete approfittato della situazione drammatica che un nostro concittadino e la sua famiglia stavano attraversando per goderne in termini di consenso. Gridavate onestà, onestà! Avete addirittura organizzato una marcia per la legalità e vi siete erti a paladini della giustizia.
Eravate fuori dalla casa del Senatore Mantovani quella mattina, alle 6 del mattino, quando la finanza lo portava via. Facevate
gruppetto. Eravate soddisfatti e felici, come gli avvoltoi che si mettono sul ramo ad aspettare la carcassa da mangiare.
Mi spiace per voi ma non avrete mai quella soddisfazione. Non ci sono e non ci saranno carcasse... solo qualche carogna. Avete finito di godere. Che poi mi sono sempre chiesto come possa una persona essere felice per una disgrazia altrui?
Il fondo però, secondo me, l’avete toccato quando il vs gruppo ha votato in consiglio comunale per richiedere i danni a Mantovani. Il Comune di Arconate ha chiesto 2 milioni di euro di risarcimento danni a Mario Mantovani. 1 milione di euro a titolo di risarcimento ed un altro milione per danni d’immagine.
Una nuova piazza, un nuovo ponte, un nuovo liceo, nuovi parcheggi, nuovi passaggi ciclo-pedonali, la riqualificazione di tutte le scuole, dei parchi, dei giardini, delle aiuole, la riqualificazione energetica degli edifici pubblici, l’investimento nelle energie rinnovabili. L’attenzione al dettaglio, la cura dei particolari, l’impegno nelle istituzioni, lo studio delle pratiche più delicate, l’approfondimento dei singoli casi, la passione per l’arte e la cultura. Questo è ciò che Mario Mantovani ha REGALATO ad Arconate e agli Arconatesi. E voi avete chiesto i danni.
Vogliamo poi parlare dell’immagine? Arconate era il punto di riferimento per tutto il territorio. Il paese invaso da persone durante le estati, “l’Arconate in fiore” che trasformava la piazza in un fantastico giardino, gli appuntamenti culturali, gli incontri con gli autori letterari, le gite per i laghi ed i monti, i viaggi nelle capitali europee, la banda di Arconate che sfilava sulla 5th

Avenue di New York durante il Columbus Day, le manifestazioni civili. Per Arconate sono passati pittori, scrittori, cantanti, attori, politici, ministri, sportivi, consoli, ambasciatori, celebrità, autorità religiose e persino il Presidente del Consiglio. Di Arconate si parlava alla televisione, sui telegiornali. E tutto ciò sempre e solo grazie ad un Sindaco, Mario Mantovani.
Mantovani ha saputo investire, negli anni, oltre 12 milioni di euro in progetti per il paese, per i giovani e meno giovani.
Voi invece avete saputo solamente, tramite un avvocato profumatamente pagato da tutti i cittadini, avanzare una richiesta di risarcimento che fa vergogna non solo a colui che l’ha pensata ma a tutto il paese.
Durante un consiglio comunale avevo chiesto pubblicamente di non partecipare come Comune al processo contro un nostro concittadino. Qualora fossero state accertate delle responsabilità di Mantovani allora poi il Comune poteva richiedere i danni. Per fortuna ci sono i verbali di questa mia richiesta che voi non avete accolto. Avete chiesto 100.000 euro a Mantovani (che ora ovviamente dovrete restituire) e avete preferito continuare il processo e spendere soldi su soldi per pagare l’avvocato.
Ma ora avete perso. Il super avvocato ha perso la causa e incassato i soldi. Il Comune ha perso la causa e pure i soldi.
E chi paga?
Dopo 7 anni di fango, dopo 7 anni di bugie, di calunnie, chi paga?

In tanti in queste ore se lo stanno chiedendo.
Anche perché ora Mantovani ha vinto e giustamente chiederà lui i danni. Quelli veri, che voi gli avete causato.
E chi paga?
Io ho una risposta a questa domanda! E come al solito cercherò di essere preciso: chiederemo in tutte le sedi opportune che a pagare e a risarcire il Comune per il danno erariale da voi causato sarete voi.
Sergio Calloni, Andrea Colombo, Francesco Colombo, Gaia Gorla, Serenella Sergi, Angelo Zanotti, Silvia Fontana, Gimmy Arena, Moris Trento, Cesare Turati.
Dovrete pagare voi per il danno erariale che Voi avete scelto di causare al nostro Comune. Per il semplice concetto che “chi sbaglia, paga!”. Era tutto evitabile ma voi avete scelto di proseguire l’accanimento. Avete clamorosamente sbagliato.
E ora pagate.
Avete cacciato il gruppo sportivo arconatese dal campo sportivo perché c’entrava Mantovani. Avete tenuto ferma per 8 anni una casa di riposo perché c’entrava Mantovani, non consentendo ad una attività di aprire, cioè di non poter fatturare. Avete interpellato il prefetto, i commissari e addirittura l’anti corruzione per un reato che, è ufficiale, non esiste! Chiederanno i danni, i mancati introiti. E chi paga? Voi! Avete sbagliato e ora pagate.

Ho sempre legato la mia attività di consigliere comunale a degli obiettivi ben precisi. Riportare a casa il comando di polizia di Arconate, obiettivo raggiunto!
Arrivare all’apertura della Casa di Riposo, obiettivo raggiunto! Non mollare mai fino al riconoscimento dell’innocenza di Mantovani, obiettivo raggiunto!
Ora mi rimangono due obiettivi: riportare a casa il GSA e far pagare a Voi i danni che avete procurato.
Non sarà semplice ma ci impegneremo fin da subito! Vi do la mia parola.
Con la consapevolezza di esser sempre stato dalla parte giusta, devo ammettere di aver sempre creduto che foste amministrativamente incapaci e politicamente ridicoli, da ieri ne ho la conferma".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento