meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mer, 01/12/2021 - 23:20

data-top

domenica 05 dicembre 2021 | ore 05:38

"Una maggioranza che non esiste"

Il commento di 'sìAmo Turbigo' (gruppo sui banchi dell'opposizione) su quanto accaduto al primo consiglio comunale 'post' elezioni. "Il paese merita rispetto e serietà".
Turbigo / Politica - Consiglio comunale

Credibilità, preoccupazione e rispetto: sono le tre parole sulle quali vuole concentrare le attenzioni 'sìAmo Turbigo' (gruppo sui banchi dell'opposizione in consiglio comunale), commentando quanto accaduto mercoledì scorso (20 ottobre) durante la prima seduta della massima assise cittadina 'post' elezioni. "La sensazione che ci fossero dei dissapori nella compagine antagonista circolava da tempo - scrive la capogruppo Renata Cerutti - L'altra sera, quindi, Turbigo ha vissuto una triste pagina della sua storia amministrativa partitocratica che, ancora una volta, ha provocato danni all'intera comunità e ha indubbiamente compromesso la credibilità dei componenti dell'attuale maggioranza. Siamo fortemente preoccupati per le conseguenze che ne deriveranno; il nostro paese e le istituzioni democratiche meritano maggior rispetto e serietà, valori che non sono certo garantiti dagli amministratori eletti". Il colpo di scena (se così lo vogliamo chiamare) arriva al momento del punto 3 all’ordine del giorno (COMUNICAZIONI DEL SINDACO IN MERITO ALLA NOMINA DEGLI ASSESSORI E DEL VICE-SINDACO (Art. 46 D. Lgs. 267/2000 E S.M.) E ALL'ATTRIBUZIONE DI INCARICHI A CONSIGLIERI). "Dopo che il neo eletto sindaco Fabrizio Allevi designa Marzia Artusi quale sua vice, aggiungendo che la definizione degli assessorati era in corso in quanto oggetto di trattativa e che, pertanto sarebbe stata comunicata in un secondo momento, ecco che i consiglieri Manila Leoni, Davide Cavaiani e Dante Bolognesi si alzano e lasciano l'aula - continua Cerutti - Come minoranza, allora, non abbiamo intenzione di legittimare una maggioranza che non esiste. La prima seduta consiliare ha messo in luce l'inesistenza di un gruppo compatto e pronto a lavorare per il bene del paese, come invece è stato sempre ripetuto agli elettori".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento