meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Lun, 29/11/2021 - 04:20

data-top

lunedì 29 novembre 2021 | ore 04:07

Cappellino e divisa: Yogi Berra in francobollo

L’omaggio al campione e alla leggenda del baseball americano. Il francobollo è, oggi, al museo storico civico di Cuggiono. Un bellissimo tassello tra sport e storia.
Cuggiono / Sport / Storie - Francobollo di Yogi Berra

Cappellino in testa, divisa da gioco e l’immancabile sorriso. L’idolo, il campione con la ‘C’ maiuscola e la leggenda che ha scritto pagine e pagine del baseball americano. Lui e soltanto lui, l’uomo e l’atleta, l’atleta e l’uomo e, poi, quel legame indissolubile ed eccezionale con l’Italia (più precisamente, con il nostro territorio: Malvaglio, da una parte, dove erano originari i genitori Pietro e Paolina, emigrati, appunto, in America, e Cuggiono, dall’altra) e che, oggi, è sempre più forte. Già, perché proprio nei giorni scorsi la collezione del museo storico civico cuggionese si è ulteriormente arricchita, nientemeno che con il francobollo di Yogi Berra. Cuggiono / Sport / Storie - Il francobollo di Yogi Berra “Un pezzo molto importante per quanto riguarda la storia del nostro paese e della nostra zona negli USA, che è diventato realtà grazie alla partecipazione del consigliere Francesco Alemani, dello storico Ernesto Milani e degli amici della stessa realtà cittadina - ha commentato il sindaco Giovanni Cucchetti - Presentato il 24 giugno scorso allo ‘Yogi Berra Museum & Learning Center' di Little Falls (New Jersey), per onorare la sua memoria, eccolo adesso anche qui da noi. Uno sportivo e una figura di riferimento per le generazioni passate e per quelle presenti, insignito, tra l’altro, della ‘Medal of Freedom’ dall’allora presidente Barack Obama, la più alta onorificenza civile americana per i suoi meriti nello sport ed umani”. L’esempio di impegno, passione e dedizione dentro e fuori dal terreno di gioco. Classe 1925, nato a Saint Louis, Lawrence Peter Berra era figlio, appunto, di Pietro e Paolina, originari di Malvaglio ed emigrati nella città americana nel 1909. Ed è qui, allora, che il piccolo Yogi cresce e si forma, per poi avvicinarsi ufficialmente al mondo del baseball con i New York Yankees. Sono anni straordinari e fantastici per lui, gare su gare, partite su partite, lo spettacolo che sapeva regalare nelle varie sfide era qualcosa di straordinario, tanto che è stato il giocatore a vincere più World Series di tutti. Ma nella sua vita non c’è stato solo lo sport, o meglio lo sport c’entrava sempre, però in un altro modo. Come dimenticare, infatti, i suoi aforismi, entrati di diritto nella storia e che, da quanto sembra, hanno portato successivamente alla creazione del celebre orso dei cartoni animati. Ricordi, testimonianze e aneddoti che l’hanno contraddistinto e ne hanno fatto una grande, grandissima stella, che ha brillato per anni e anni e che continua a brillare anche dopo la sua morte nel 2015. “Una piccola, ma importante iniziativa che pone un altro mattoncino alla base dello stretto rapporto tra i cuggionesi residenti e i nostri antenati emigrati in suolo statunitense alla ricerca di fortuna - ha concluso il consigliere Francesco Alemani”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento