meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Lun, 06/12/2021 - 12:50

data-top

lunedì 06 dicembre 2021 | ore 12:45

"10 anni... cittadini e emozioni"

Due mandati alla guida di Turbigo. Era il 2011, quando indossò per la prima volta la fascia e, oggi, i saluti. Christian Garavaglia, tra passato, presente e futuro.
Turbigo - Christian Garavaglia con il nuovo sindaco Fabrizio Allevi

Le parole, inevitabilmente, sono diverse, ma, alla fine, ne sceglie due: cittadino ed emozione. Le due che più di tutte si porterà dentro; le due che l'hanno accompagnato ogni giorno da quel 2011. Dieci anni fa, infatti, cominciava l'esperienza da sindaco di Turbigo di Christian Garavaglia, dieci anni dopo è il momento per lui di salutare e, usando un famoso modo di dire, appendere la fascia al chiodo. "Sono stati due mandati importanti - racconta - Proprio cittadino, allora, è il primo pensiero che oggi mi viene in mente, perché, ogni volta che entri in ufficio, hai qualche problema da risvolere, qualche soluzione da trovare o qualche progetto nuovo da impostare per dare, comunque, sempre una risposta alle persone". Turbigo - Christian Garavaglia in Comune E, poi, come detto, emozione. "Qualsiasi cosa si fa, nei momenti belli oppure brutti (visto che nel percorso ci sono, ovviamente, alti e bassi), ti lascia, appunto, un'emozione. I singoli momenti, insomma, si vivono con quella voglia di cercare di fare meglio, per venire incontro alle varie richieste della popolazione e del paese". Due parole, dunque, che si mischiano assieme e che l'hanno portato fino a qui; fino al 3 e 4 ottobre scorsi, quando con le elezioni comunali c'è stato il passaggio di testimone con Fabrizio Allevi. "Un grande augurio a Fabrizio - commenta - Una persona concreta, con la quale ho avuto modo di lavorare durante i 10 anni passati (essendo stato assessore della mia giunta), e che sono sicuro saprà dare un importante e ulteriore contributo alla crescita di Turbigo. Gli elettori hanno scelto la continuità, per portare avanti e a termine i progetti già in essere (quali ad esempio i varchi di controllo oppure il centro sportivo, solo per citarne alcuni), Turbigo - Garavaglia con la 'sua' giunta oltre a quelli nuovi che il neo sindaco e la sua squadra hanno in programma". Allevi, dunque, che succede a Garavaglia, dopo una campagna elettorale in cui lo stesso ormai ex primo cittadino è stato, certamente, tra i protagonisti. "Dall'inizio ero convinto e consapevole della forza del candidato e della lista - spiega - Ovvio, da chi ha fatto agonismo nello sport per anni, comunque, non bisogna mai sottovalutare l'avversario, pensando di avere vinto prima di finire la partita o in questo caso di contare i voti. E' il messaggio che ho cercato di ribadire più e più volte al gruppo intero". Dal lavoro degli ultimi mesi, all'attesa e fino al traguardo finale, per poi festeggiare il successo. "Ora inizia il percorso in Amministrazione - ribadisce - Un consiglio che mi sento di dare, in primis alla gente, è di usare i canali ufficiali di comunicazione con gli amministratori e il Comune. Ossia, Turbigo - Uno dei tanti momenti da sindaco bello è incontrarsi sui social o per strada, però, se si segnala direttamente agli uffici competenti, la gestione della pratica è più veloce. La stessa indicazione, in fondo, vale anche per Fabrizio: sono convinto che parlare con le persone e stare loro vicino sia la cosa migliore per capire davvero i problemi. Cioè, finché non si vivono gli eventi, i lavori e le manifestazioni, andando sul campo, non ci si rende conto a pieno di quanto sta accadendo e come muoversi". Ma se così il suo passato e, in parte, il presente, per quanto riguarda il futuro? "Quello a breve faccio la mia professione, che mi piace molto e a cui ho tolto parecchio spazio - conclude - Guardando, invece, al lungo periodo, non lo so, non dipende solo da me. Se ci saranno altre occasioni di poter proseguire l'esperienza politico-amministrativa, le coglierò, perché è qualcosa che mi ha sempre affascinato e per la quale ho messo anima e cuore. Comunque, se ciò non dovesse accadere, ho un lavoro bellissimo e continuerò a farlo".

"DIECI ANNI NEL SEGNO DI DUE PAROLE: CITTADINO E EMOZIONE"

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento