meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 19°
Ven, 19/08/2022 - 03:20

data-top

venerdì 19 agosto 2022 | ore 03:47

"Il 'nostro' R2-D2..."

Certamente uno dei robot più famosi del grande e piccolo schermo. Protagonista indiscusso di 'Star Wars'. Abbiamo incontrato due inventori italiani che l'hanno riprodotto.
Storie - R2-D2, il mito robot di Star Wars: la riproduzione di due italiani

R2-D2: detti così potrebbero sembrare semplici lettere e numeri, ma per tanti adulti e giovani, beh... sono qualcosa di più. O meglio qualcuno. Già, proprio lui, uno dei robot per eccellenza, protagonista indiscusso e personaggio simbolo di 'Star Wars'. Eccolo, allora, qui a pochi passi da noi (precisamente a Volandia, in occasione della giornata dedicata, appunto, alla mitica saga, tra parate, costumi, coinvolgimento e grandi emozioni) ed ecco anche i due inventori 'italiani' della riproduzione che ha conquistato tutti al Parco e Museo del Volo. "L'idea è nata all'incirca 10 anni fa - raccontano - Inizialmente si era pensato di realizzarlo a mo' di frigo bar da mettere in casa, solo che per questo, alla fine, non è mai stato utilizzato, anzi, da subito, è diventato come un figlio e così si è deciso di continuare a lavorarci su, per provare a portarlo, poi, a simili eventi o iniziative del genere". Dalla parte digitale alla manutenzione, insomma, l'impegno e le attenzione hanno richiesto, inevitabilmente, ore ed ore quasi ogni giorno. "Diciamo che il tempo libero è stato in gran parte dedicato a lui - spiegano - Per l'elettronica, ci abbiamo impiegato, infatti, 3-4 anni, mentre la prima bozza della struttura è stata completata in un mese. Quindi, una volta fatto ciò, R2-D2 ha potuto cominicare a girare nei vari eventi, riscuotendo un enorme interesse e ragalandoci grosse soddisfazioni. Tanti i complimenti, infatti, che riceviamo e questo è, ovvio, un bellissimo risultato".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento