meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 17°
Mar, 18/06/2024 - 02:50

data-top

martedì 18 giugno 2024 | ore 03:52

Il lancio del Vega

Il prossimo sabato 19 settembre, a Volandia - Parco e Museo del Volo, a partire dalle 10.30, verrà inaugurato il Vettore Vega (Vettore Europeo di Generazione Avanzata).
Territorio - Il Vettore Vega a Volandia

Tre, due, uno... pronti al lancio. Ma stavolta tutto attorno non ci sarà lo spazio, bensì i padiglioni e la vasta area di Volandia. Già, perché il prossimo sabato 19 settembre, al Parco e Museo del Volo, a partire dalle 10.30, verrà inaugurato il Vettore Vega (Vettore Europeo di Generazione Avanzata). Utilizzato dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per il lancio di piccoli carichi (300 e i 1500 kg) in orbita, è alto 30 metri ed è di progettazione e realizzazione quasi interamente italiana. Razzo italiano dei 'record', il 3 settembre 2020 ha completato il suo 16° lancio portando in orbita 53 minisatelliti provenienti da 13 Paesi diversi che serviranno per servizi di telecomunicazioni, didattica, scienza e osservazione della Terra. E, adesso, eccolo proprio nel nostro territorio: più nello specifico, il Vega di Volandia è una riproduzione in scala 1:3 progettata e realizzata da Roberto Crippa, curatore del Padiglione dell’Astronomia e dello Spazio, e da Adriano Bottelli, in collaborazione con alcuni studenti dell’ISIS Edith Stein di Gavirate. Completata nel 2019, la riproduzione è stata presentata per la prima volta al pubblico presso il Castello Visconteo di Vigevano in occasione della mostra 'Leonardo e il Volo' e successivamente è stata in esposizione a 'Il Centro' di Arese ed ha fatto bella mostra di sé durante il Linate Air Show 2019. Dal 15 novembre dello scorso anno, quindi, è conservato nel Padiglione 'Le Forme del Volo' di Volandia, per trovare, oggi, la sua collocazione definitiva nell'area esterna vicino ai grandi aerei.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento