meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 15°
Mer, 27/05/2020 - 01:50

data-top

mercoledì 27 maggio 2020 | ore 02:05

Controlli e futuri lavori al ponte

Lo scorso 15 aprile e, poi, anche domani, lunedì e martedì prossimi saranno svolte verifiche alla struttura lungo la Statale 341 per quanto concerne lo stato di salute dell'opera.
Turbigo - Il ponte in cemento sul Naviglio (Foto d'archivio)

Una verifica il 15 aprile scorso, prima di ulteriori accertamenti che, invece, sono in programma nella giornata di domani (22 maggio) e, quindi, anche lunedì e martedì prossimi. Si controlla, insomma, il ponte sulla Strada Statale 341 a Turbigo (per intenderci, quello di cemento sotto cui passa il Naviglio), per, poi, mettere in campo una serie di interventi mirati e specifici. "Nel mese di agosto 2018, come Comune di Turbigo - spiega il sindaco Christian Garavaglia - abbiamo scritto una lettera ad Anas (l'ente che ha la competenza della Statale e, pertanto, pure sulla stessa struttura) per chiedere, appunto, da una parte che venisse effettuato un sopralluogo, dal momento che in diverse parti dell'opera erano presenti evidenti segni di invecchiamento ed ammaloramento, dall'altra affinché fossero programmati lavori di manutenzione. Ecco, allora, che, dopo una serie di scambi di lettere e mail, lo scorso 15 aprile è stata fatta un'ulteriore analisi, appunto, dello stato di salute del ponte, prima di nuove ispezioni già previste per venerdì 22, lunedì 25 e martedì 26 maggio (con conseguenti deviazioni del traffico), al fine di mettere in campo, successivamente, tutti quegli interventi necessari e specifici. Voglio ricordare, infine, come allo stato attuale, la struttura ha una limitazione solo per il passaggio di mezzi molto pesanti, ossia che superano le 44 tonnellate, mentre per il resto non ci sono problemi.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento