meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mer, 01/12/2021 - 23:20

data-top

domenica 05 dicembre 2021 | ore 05:21

Boffalora: sei denunciati

“Abbiamo controllato circa 80 automobilisti e una trentina di persone a piedi o in bicicletta".
Attualità - Polizia locale (Foto internet)

Fioccano le denunce per chi non rispetta le regole. Ma piovono anche le scuse più incredibili che i cittadini, trovati per strada in barba al decreto che li vorrebbe in casa per evitare il contagio, forniscono alle autorità durante i controlli. Lo scorso week end è stato particolarmente intenso per la Polizia locale di Boffalora sopra Ticino e i risultati sono stati buoni. Il traffico si è ridotto drasticamente del 90%. “Abbiamo controllato circa 80 automobilisti e una trentina di persone a piedi o in bicicletta – ha detto Ilario Grassi, responsabile della Polizia locale – purtroppo ne abbiamo denunciate sei per inosservanza del provvedimento”. Una coppia di ciclisti aveva percorso tutta la strada alzaia del Naviglio Grande, tra l’altro chiusa dal Consorzio Villoresi, ed è stata fermata a Boffalora dalla Polizia locale. Hanno detto che sarebbero arrivati fino a Nosate per poi tornare indietro e di non essere a conoscenza del divieto. Un'altra persona ha mostrato tutto il suo disappunto alla richiesta di spiegazione da parte degli agenti sostenendo che di rimanere in casa non ne poteva più. Un altro ancora munito di canna da pesca, si è allontanato alla vista della Polizia locale. Una volta raggiunto ha detto che si stava recando al supermercato a fare la spesa. “Al di là di sporadici episodi – aggiunge Grassi – non possiamo che ritenerci soddisfatti. Domenica abbiamo utilizzato anche un drone per verificare dall’alto la situazione. Controllo aereo che ha confermato come la zona fosse pressoché deserta. Non abbiamo inoltre riscontrato violazioni da parte degli esercizi commerciali pubblici che ringrazio perché si stanno comportando in modo ottimale”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento