meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Lun, 09/12/2019 - 19:20

data-top

lunedì 09 dicembre 2019 | ore 19:34

Medicine per i bimbi di Chernobyl

L'iniziativa del Consiglio comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Castano: una raccolta di medicinali, per rispondere all'appello che arriva direttamente dall'Ucraina.
Castano - Il Consiglio comunale dei Ragazzi e delle Ragazze

L'aiuto che passa da semplici e fondamentali gesti. Ma, in fondo, il Consiglio comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Castano non è nuovo a simili iniziative, perché quando è stato il momento di dare il proprio contributo non si è mai tirato indietro. Anzi. E, così, eccoli ancora una volta in prima linea: ‘Noi insieme per Chernobyl’, molto più di un messaggio, bensì un importante appello che il 'baby' sindaco ed i piccoli consiglieri hanno voluto lanciare ai castanesi, per rispondere ad una richiesta di aiuto che dall’Ucraina è stata inviata in Italia ad un’associazione del nostro Paese che ospita i bimbi di quei luoghi. “I bambini ucraini durante il periodo invernale si ammalano molto spesso, perché hanno l’immunità bassa - si legge, dunque, nella missiva - Tanti di loro, poi, in estate non riescono né a fare il risanamento nei posti ecologicamente puliti, né a mangiare abbastanza frutta e verdura per rinforzare il livello di salute. La qualità dei nostri medicinali, purtroppo, non è sempre di alto livello, in più per tante famiglie hanno pure un prezzo esagerato...”. “Forza, allora, facciamo qualcosa”, l'appello lanciato dallo stesso Consiglio comunale e che sta risuonando da una parte all’altra della città. “Come? Beh... portandoci confezioni di medicinali (paracetamolo, ibuprofene, vitamine, sciroppi per la tosse, pastiglie per il mal di gola; se chiedi nelle farmacie, ti sapranno consigliare) che, successivamente, doneremo. Un gruppo di bimbi di Chernobyl, infatti, sarà a Castano per un soggiorno terapeutico nel periodo natalizio e al loro rientro in patria potranno portare un pacco umanitario con le medicine a tanti coetanei e compagni che non hanno potuto venire in Italia, ma che hanno un grande bisogno di farmaci per superare in maniera più tranquilla l’inverno”. Basta, insomma, davvero poco, un semplice gesto, un sostegno però concreto per tanti piccoli e per le famiglie. “Chi volesse dare il suo contributo - concludono i ‘baby’ amministratori - può consegnare i medicinali presso il comando della Polizia locale (piazza Mazzini) oppure al ‘Tutto per la Casa’ di corso San Rocco, alla cartoleria 'ABC' di via Acerbi, al Conad di via Lonate e all’oratorio Paolo VI”.

Invia nuovo commento