meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 18°
Mer, 16/10/2019 - 18:20

data-top

mercoledì 16 ottobre 2019 | ore 18:34

Coccia: va in scena la pallavolo

Al Teatro Coccia di Novara, la presentazione della squadra di serie A1 della Igor Volley. Una serata davvero carica di emozioni, tra giocatrici, società e tantissimi tifosi.
Sport - La presentazione della Igor Volley

Nella cornice rinascimentale dello storico teatro Coccia, si è presentata giovedì 13 alla città di Novara la squadra di serie A1 della Igor Volley, che già da mesi si prepara ad affrontare il quarto anno consecutivo nella massima categoria. “Quest’anno si ricomincia nel segno della continuità” – esordisce la presidente, suor Giovanna Saporiti - “Tutte e quattro le ‘gambe’ del nostro tavolo, società, squadra, sponsor e istituzioni, sono fondamentali e tutte hanno a cuore un progetto educativo basato sulla positività e sulla capacità di aiutarsi che solo lo sport di squadra può dare”. Anche le istituzioni sono molto entusiaste di questo progetto: il sindaco Alessandro Canelli, che conosceva già tale realtà, l’ha definita come “un modello da esportare, non solo dal punto di vista sportivo” e ha augurato buon viaggio alle ragazze, da cui la città si aspetta molto. L’assessore allo sport Federico Perugini ha dichiarato che “Questa città ama questa società, faro nel mondo sportivo novarese e inclusiva di ogni livello, a partire dalle piccole atlete, che sognano di vedersi in questo teatro un giorno, fino ad arrivare alla serie A”. Fabio Leonardi, CEO e patron della Igor Gorgonzola, ha saputo creare un gruppo di imprenditori non visto come semplici sponsor, come accade in altre società, cioè un intervento fine a se stesso che ha una durata limitata, ma come un network relazionale di lungo termine che comprende imprenditori di vari livelli e dimensioni. “Finora ha dato frutti incredibili, tanto è vero che ormai siamo diventati amici” – afferma Leonardi. Dopo le dichiarazioni dell’altra squadra, quella che non si vede, ma che in realtà apporta un significativo contributo da dietro le quinte, è il momento dell’ingresso ufficiale di tutte le ragazze, presentate una a una da Luca Mulazzi, nuova voce del Pala Igor, e vestite da Nenette di Castano Primo: ecco che fanno il loro ingresso, oltre al primo allenatore Marco Fenoglio e a tutto lo staff tecnico e medico, le centrali Sara Alberti, Sara Bonifacio e Cristina Chirichella, le palleggiatrici Carlotta Cambi e Laura Dijkema, l’opposto Katarina Barun, i liberi Giorgia Zannoni e Stefania Sansonna e le schiacciatrici Celeste Plak, Sofia D’Odorico, Melissa Donà, Judith Pietersen e la regina, la principessa del volley Francesca Piccinini, raramente emozionata come quella sera. “Sono qua per fare bene e per vincere. Anche dopo tutti questi anni di pallavolo, ho un’immensa voglia di sognare di nuovo e vi garantisco che ce la metteremo tutta” – dichiara una Francesca sorridente e bellissima più che mai. D’altronde, è risaputo che dalla pallavolo non si può guarire. L’atmosfera all’interno del teatro Coccia è magica: gli spettatori applaudono e gioiscono e ognuno (anche i più grandi, ve l’assicuro!) spera di ricevere una mini palla autografata che le giocatrici, a turno, lanciano verso la platea. Sarà anche una frase scontata e ripetuta, ma solo chi è stato presente può chiudere gli occhi e riassaporare l’incantesimo di quella sera.

Invia nuovo commento