meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno -1°
Lun, 25/01/2021 - 08:50

data-top

lunedì 25 gennaio 2021 | ore 09:35

Progetto 'Gasoline'

Il suo nome è suggestivo: 'Gasoline'. Si tratta di un progetto volto a dare un supporto a coloro che sono scivolati nel tunnel della droga e delle tossicodipendenze.
Sociale - Tossicodipendenza (Foto internet)

Il suo nome è suggestivo: 'Gasoline'. Si tratta di un progetto volto a dare un supporto a coloro che sono scivolati nel tunnel della droga e delle tossicodipendenze che sarà gestito dalla cooperativa Albatros. Tra i Comuni che hanno deciso di dare il loro assenso all'iniziativa figura anche Magnago. A spiegare nei dettagli in cosa consista e le ragioni che hanno indotto la sua Amministrazione a sposarlo è il primo cittadino Carla Picco: "Alcuni educatori della cooperativa- spiega - si recheranno nei luoghi dove i giovani, ma anche alcuni adulti, acquistano droga per cercare di parlare con loro, capirne il disagio e indirizzarli verso le strutture in grado di aiutarli ad affrontare il loro problema, con la cooperativa abbiamo già avviato una collaborazione con il progetto 'Le navi' e, quindi, pensiamo sia un'iniziativa davvero importante e utile". Picco aggiunge di avere dato parere favorevole al progetto in quanto "Purtroppo il fenomeno si sta aggravando e, a quanto mi risulta, si registrano anche impennate nel consumo di eroina di fatto con un ritorno agli anni ottanta nel quale il suo consumo era largo". Gli educatori, precisa il sindaco magnaghese, "Gireranno per il territorio con dei camper e saranno muniti di tesserino". Oltre a Magnago, nella zona, hanno aderito anche Rescaldina, Legnano, Castano Primo, Inveruno, Arconate, Vanzaghello e Turbigo.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi