meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Alcune nuvole 32°
Ven, 19/07/2024 - 16:50

data-top

venerdì 19 luglio 2024 | ore 17:55

Panchina rossa al 'Torno'

Una panchina rossa, simbolo internazionale del rifiuto della violenza sulle donne all'istituto superiore 'Torno' di Castano Primo.
Castano / Scuole - Panchina rossa al 'Torno'

Una panchina rossa, simbolo internazionale del rifiuto della violenza sulle donne all'istituto superiore 'Torno' di Castano Primo. A realizzarla, dipingendo con una speciale vernice una delle sedute in cemento ubicate in diversi punti del giardino, sono state le studentesse delle classi 4A e 4I RIM, a conclusione di un progetto educativo-didattico sui “Diritti delle donne nella Costituzione” che le ha viste impegnate per l'intera durata del secondo quadrimestre, attraverso letture, indagini, visioni di film, conferenze e dibattiti animati e condotti dai Professori Antonio Cipriano, Anna Maria De Carli e Ornella Modolo. "Abbiamo pensato – affermano le giovani artefici della panchina – che l'opera di sensibilizzazione dovesse partire proprio dall'ambiente scolastico e così, per invitare tutti i nostri compagni e compagne a riflettere sulla violenza di genere, con l'aiuto dei nostri insegnanti e della nostra Preside, Professoressa Angela Diodati, abbiamo scelto una delle panchine più in vista dell'istituto e sullo schienale, a chiare lettere bianche su fondo rosso, abbiamo impresso la frase L'amore non uccide". Ora che gli spazi interni ed esterni dell'istituto si sono momentaneamente svuotati per la fine dell'anno scolastico, la panchina rossa resta e il suo silenzio è un grido: il mio posto è vuoto - sembra suggerire - ma io sono qui per ricordare a tutti voi che il femminicidio e la violenza fisica, psicologica o di qualsiasi altra natura commessa ai danni delle donne non devono più esistere.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento