meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia 14°
Gio, 23/05/2024 - 10:50

data-top

giovedì 23 maggio 2024 | ore 11:42

La sperimentazione... all'inferno

Fu Daniele Oppi a dare linfa a questo progetto sperimentale nel 1991 e oggi il frutto è in mostra nella Biblioteca comunale di Inveruno.
Cultura - Antonio Porta, inferno

Verrà presentata un’opera edita dalla Cooperativa Raccolto nel 1991 a tiratura limitatissima, si tratta della versione del poeta Antonio Porta (Leo Paolazzi) accompagnata dall’opera grafica di Gianfranco Baruchello.

Fu Daniele Oppi a dare linfa a questo progetto sperimentale nel 1991 e oggi il frutto è in mostra nella Biblioteca comunale di Inveruno (MI).

È il giugno 1984 quando Antonio Porta, in occasione di un seminario al Poetry international Festival di Rotterdam, partecipa a una pubblica discussione sulla necessità e la possibilità di tradurre Dante in lingua moderna. Forse spinto da un’effettiva esigenza rilevata in quell’occasione anche da Franco Fortini, a Milano Porta si mette subito al lavoro traducendo il canto V dell’Inferno.

Se questa è stata l’occasione, ben più complesse sono le ragioni che hanno portato uno scrittore come Antonio Porta a compiere un’operazione da lui stesso definita «popolare» quale è la traduzione in lingua corrente del forse più famoso canto infernale.

Iniziativa del Comune di Inveruno a cura di Guado Officine Creative dal 1969

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento