meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 16°
Gio, 30/05/2024 - 00:50

data-top

giovedì 30 maggio 2024 | ore 01:42

Parco del Ticino: un percorso botanico inclusivo

Il Parco del Ticino, in collaborazione con la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano, ha inaugurato il percorso botanico inclusivo presso il Centro Parco ‘La Fagiana’ di Magenta.
Parco del ticino_ inaugurazione percorso inclusivo

Un’opportunità importante, un nuovo approccio di vivere il Parco del Ticino, un’occasione di crescita e consapevolezza per tutti. Il Parco del Ticino, in collaborazione con la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano, ha inaugurato il percorso botanico inclusivo presso il Centro Parco ‘La Fagiana’ di Magenta. L’inaugurazione, alla presenza di Franco Lisi, direttore Scientifico della Fondazione Istituto Ciechi di Milano e di Alberto Piovani, presidente dell’Unione Italiana Ciechi, è stata voluta proprio nella Giornata Nazionale del Paesaggio, al fine di promuovere n paesaggio sempre più inclusivo e fruibile da tutti. Il percorso, lungo circa un chilometro, si snoda nel bosco fino ad arrivare su uno degli antichi rami del fiume Ticino, il Ramo Delizia. All’ingresso, i fruitori vengono accolti da una mappa tattile del percorso con l’indicazione del posizionamento dei cartelli botanici e delle strutture del Centro Parco. 8 cartelli botanici tattili, indicazioni e segnali con scritte in braille, permettono di riconoscere alcuni degli alberi ed arbusti caratterizzanti questi boschi, “leggere” il portamento della specie arborea e/o la forma della foglia, del fiore o di altri elementi caratteristici. Il sentiero è composto da una prima parte con fondo stradale asfaltato ed il resto in fondo naturale. Una passerella ciclopedonale consente di transitare sul Ramo Delizia. I cartelli botanici sono posti presso esemplari arborei ed arbustivi di cui, per alcuni, è possibile toccare il tronco e le fronde. E’ possibile seguire il cordolo guida, posto sulla destra, che conduce al centro Visitatori, all’interno del bosco e su Ramo Delizia, per infine tornare al punto di partenza. Lungo il percorso, vicino al centro visitatori, negli spazi già dedicati alla sosta e in una radura poco prima della passerella sul Ramo
Delizia sono stati collocati tavoli con panche inclusivi in legno per consentire l’utilizzo anche agli utenti con disabilità. “L’obiettivo che il Parco del Ticino si è posto nella riqualificazione di un percorso, in parte già esistente – spiega il consigliere Fabio Signorelli – è stato quello di ottenere una fruibilità ampliata: un percorso naturalistico multisensoriale attrezzato per non vedenti ed ipovedenti, ma anche per scolaresche e famiglie all’interno dei boschi della Fagiana. Anche questo progetto, come altri, persegue l’obiettivo di rendere più inclusivo e fruibile il parco anche nelle sue parti più naturali. Il parco è di tutti sempre nella consapevolezza di percorrere con rispetto luoghi con alto valore naturalistico ed ambientale”. A tal riguardo, di fondamentale importanza
è stata la collaborazione con la Fonda-zione Istituto dei Ciechi di Milano che, unitamente all’Unione italiana dei Ciechi e degli ipovedenti, opera quotidianamente per favorire l’inclusione sociale, scolastica e lavorativa dei ciechi e degli ipovedenti. L’intervento è stato realizzato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Ministro per le disabilità e di Regione Lombardia.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento