meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Ven, 03/02/2023 - 07:50

data-top

venerdì 03 febbraio 2023 | ore 08:32

"L'area B va bloccata"

Il gruppo di minoranza 'Insieme per Inveruno e Furato' presentano una mozione all'amministrazione per far pressione su Beppe Sala per rivedere l'attuazione dell'Area B.
Milano - Area B

A partire dal 1° ottobre 2022 sono in vigore nuovi divieti alla circolazione all’interno di Area B (e Area C), ossia una zona a traffico limitato con divieto di accesso e circolazione per i veicoli più inquinanti e per quelli commerciali con lunghezza superiore ai 12 metri.
"Le suddette limitazioni avranno gravi conseguenze sui cittadini e sui lavoratori dell’area metropolitana di Milano, anche i nostri concittadini di Inveruno e Furato, dal momento che in un periodo di gravissima crisi economica, obbligare chi quotidianamente si reca a Milano per lavoro a cambiare la propria macchina appare oltremodo penalizzante - spiegano dal gruppo di 'Insieme per Inveruno e Furato' nella mozione alla maggioranza - Le misure non risultano risolutive delle problematiche ambientali, limitandosi a spostare il problema dell’inquinamento sui Comuni della prima cintura dell’Area Metropolitana. Il Sindaco di Milano, essendo anche Sindaco della Città Metropolitana, ha il dovere di valutare le conseguenze del proprio operato guardando ad un ambito più esteso e non limitandosi ai confini della propria Città".
Ecco allora che Yuri Garagiola, per conto del gruppo chiede a sindaco e maggioranza: "A far pressioni presso il Sindaco della Città Metropolitana di Milano affinché provveda: a sospendere le nuove restrizioni entrate in vigore nell’Area B, aprendo immediatamente un confronto con i Comuni dell’Area Metropolitana; ad individuare parcheggi di interscambio per i pendolari affinché non gravino esclusivamente sui Comuni limitrofi,; ad applicare tariffe agevolate per lavoratori, studenti e cittadini che hanno necessità di recarsi in determinare zone della Città di Milano, al fine di incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento