meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Mer, 19/01/2022 - 19:50

data-top

mercoledì 19 gennaio 2022 | ore 19:08

L'App 'Garzone'

Tecnologia al servizio del commercio. L'Amministrazione comunale di Casorezzo retta dal sindaco Pierluca Oldani ha deciso di mettere in campo l'iniziativa 'Garzone'.
Commercio - Tecnologia e commercio (Foto internet)

L'emergenza Covid-19 si è abbattuta anche sul piccolo commercio. Per appoggiarne un'attività dalle ampie ricadute economiche e sociali positive sul territorio, l'Amministrazione comunale di Casorezzo retta dal sindaco Pierluca Oldani ha deciso di mettere in campo l'iniziativa 'Garzone'. In che cosa consista lo spiega in una nota lo stesso primo cittadino: "Si tratta di un'App - dice - che permette al singolo esercizio di avere gratuitamente pubblicità per la propria attività a costo zero". Sarà, infatti, lo stesso Comune ad accollarsi i costi dell'operazione dal momento che, prosegue Oldani, "Ha creduto fin dall'inizio con un proprio impegno economico nel successo della formula promozionale". Un'idea al servizio di due concetti, quindi. Primo, il commercio a Casorezzo gode di buona vitalità e ha un aspetto multiforme. Secondo, proprio per questo i cittadini possono bussare alla sua porta con un duplice vantaggio per loro e per la prosecuzione di quelle stesse attività, diverse delle quali hanno anche una rinomanza storica. "A ogni commerciante casorezzese- spiega ancora il primo cittadino - è stata inviata una email informativa sul prodotto e siamo ora in attesa delle adesioni alla proposta che sicuramente saranno numerose". La proposta si caratterizza anche per la possibilità che i commercianti hanno di ricevere richieste di acquisto on line aprendo un loro negozio virtuale "Sul modello - conclude Oldani - di tante aziende che vendono in rete i propri prodotti". Tecnologia al servizio del commercio, quindi.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento