meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Mer, 19/01/2022 - 18:50

data-top

mercoledì 19 gennaio 2022 | ore 18:01

Campo e spalti con il super 'green pass'

Green pass rafforzato per tutti gli over 12, autocertificazione, invece, per i piccoli. Calcio e Covid-19: nuove misure e disposizioni.
Magnago / Sport - Uno dei campi da calcio

Green pass rafforzato per tutti gli over 12, autocertificazione, invece, per i piccoli. Calcio e Covid-19: nuove misure e disposizioni. “Queste in sintesi, insomma, le linee guida dell’ultimo protocollo - spiega Nicodemo Filippelli, presidente dell’Accademia BMV di Bienate, Magnago e Vanzaghello - Nello specifico, dunque, ogni tesserato (giocatore, allenatore e dirigente) dai 12 anni compiuti in su, potrà accedere al centro sportivo solo con il ‘super green pass’ (vaccinazione con certificato attivo e/o guarigione), oltre all’obbligo della mascherina Ffp2, mentre per coloro che sono al di sotto di quell’età, sarà necessario esibire l’autocertificazione (da rinnovarsi ogni 7 giorni), indossando la mascherina chirurgica”. Senza dimenticare, poi, i genitori e gli spettatori. Sport - Green pass rafforzato per gli over 12 “Anche per loro valgono le stesse indicazioni dei tesserati chiamamoli ‘grandi’ - continua Filippelli - Ossia l’ingresso nelle singole strutture per seguire le partite avverrà unicamente con la certificazione verde rafforzata e con il dispositivo di protezione individuale Ffp2, con la capienza degli stadi, ad oggi, al 50%”. Ma non è finita qui, perché altro capitolo è quello che riguarda il rientro in campo dopo avere avuto il virus. Il cosiddetto ‘return to play’, per intenderci, e che è stato suddiviso in tre categorie: atleti asintomatici o con l’identificazione di malattia lieve che non sono ricorsi a ricoveri ospedalieri (sotto i 40 anni, dopo 7 giorni dalla certificazione di guarigione, possono rivolgersi al centro medico che ha precedentemente rilasciato l’idoneità e concordare una visita seguendo le indicazioni richieste; chi ha compiuto, invece, 40 anni, dopo 14 giorni, può contattare il centro medico che ha precedentemente rilasciato l’idoneità e concordare una visita seguendo le indicazioni richieste), calciatori con malattia moderata o con ricovero ospedaliero e/o terapie antibiotiche e, infine, quelli con malattia severa (per queste ultime due tipologie, dopo 30 giorni dalla guarigione, possono andare al centro medico dove hanno ricevuto l’idoneità e stabilire un controllo). “Sono ormai due anni che ci troviamo a doverci confrontare con la pandemia e con le varie modifiche e linee guida che, molto spesso, cambiavano di settimana in settimana - conclude il presidente - Non nego che nel 2021 ci sono stati momenti durante i quali ho pensato di ‘gettare la spugna’, poi, però, grazie ad un importante lavoro di squadra ed alla vicinanza delle famiglie e dei tifosi, eccoci qui, pronti di nuovo a rimboccarci le maniche”.

CALCIO E COVID: SOPRA I 12 ANNI CON GREEN PASS RAFFORZATO

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento