meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 26°
Lun, 23/05/2022 - 18:50

data-top

lunedì 23 maggio 2022 | ore 19:16

Un terreno agricolo diviene industriale

Il consigliere comunale di minoranza Yuri Garagiola vuole evidenziare una contraddizione tra quanto sempre dichiarato dall'Amministrazione e quanto sta per accadere.
Inveruno - Amministrazione che cementifica? (post della Lega di Inveruno)

Nuove realtà produttive, ma anche nuovo consumo di suolo pubblico. Il consigliere comunale di minoranza Yuri Garagiola vuole evidenziare una contraddizione tra quanto sempre dichiarato dall'Amministrazione e quanto sta per accadere. "Cos’hanno trovato gli inverunesi sotto l’albero di Natale? Una bella colata di cemento firmata Zanzottera e Bettinelli! - scrive un post della sezione locale della Lega su Facebook - Nello scorso Consiglio Comunale (del 23/12!!) è stato approvato un cambio di destinazione d’uso di un terreno da agricolo ad industriale per un’area di 45mila metri quadrati (circa 6 campi da calcio). Alla faccia della tanto proclamata tutela del territorio!"
Maggiori dettagli gli spiega il consigliere Yuri Garagiola: "L'operazione finale è di per sè positiva - ci commenta - perchè porta una nuova impresa in paese che avrà un mercato importante verso Malpensa e gli Stati Uniti- Però 5 ettari di terreno non sono pochi, non c'erano altre soluzioni? Magari di recupero di aree dismesse? Da quando amministrano Inveruno han sempre fatto battaglie e accusato la precedente amministrazione Crotti di essere cementificatori, ora hanno cambiato opinione?".
"Se da un lato ci troviamo di fronte ad un nuovo insediamento produttivo, dall’altro abbiamo un notevole consumo di suolo agricolo, appositamente variato in industriale come da richiesta del privato - aggiunge - Ovviamente però che nascano nuove realtà lavorative è sempre una buona notizia per il paese e gli inverunesi":

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento