meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 18°
Lun, 18/10/2021 - 15:20

data-top

martedì 19 ottobre 2021 | ore 19:17

La nuova sala consiliare

Un recupero del passato. Ma, soprattutto, un investimento sul futuro. Taglio del nastro, l'altro giorno, per la nuova aula consiliare di Busto Garolfo.
Busto Garolfo - Nuova sala consiliare

Un recupero del passato. Ma, soprattutto, un investimento sul futuro. La nuova aula consiliare di Busto Garolfo ha subito debuttato l'altro giorno con l'indizione di un'assise particolare. Con l'occasione, la giunta del sindaco Susanna Biondi ha proceduto ad assegnare anche alcune benemerenze civiche. Un momento di forte partecipazione e coinvolgimento della città desiderosa di abbracciare il nuovo luogo in cui si assumono le decisioni che la riguardano. "Quest'aula - ha evidenziato il presidente del consiglio comunale Francesco Binaghi - è frutto di un lavoro lungo e importante che va a restituire alla comunità un edificio pubblico abbandonato da troppo tempo". Le benemerenze sono state assegnate a Massimiliano Bossi e Silvia Pozzi "Che - ha spiegato Binaghi - hanno illustrato il nostro paese con grandi meriti nell'ambito sociale e scientifico". Binaghi ha manifestato l'orgoglio della comunità bustese per i due concittadini "Che meritano di essere premiati dalla comunità a cui hanno contribuito a dare un grande lustro". Un riconoscimento è andato anche alla Protezione Civile per il suo importante operato soprattutto con riferimento alla gestione dell'emergenza Covid. "Busto Garolfo - ha aggiunto Binaghi - non può dimenticare chi si è speso così tanto in un momento difficile". L'assise si è chiusa con il punto concernente la concessione della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, parlamentare italiana sopravvissuta ai campi di concentramento nazisti. L'iniziativa è figlia, ha ricordato il presidente dell'assise bustese, "Di un gruppo di ragazzi delle scuole medie che, colpiti dalla sua vicenda, ci ha avanzato questa richiesta mostrando un forte senso civico e di partecipazione alla vita pubblica che mi ha colpito profondamente".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento