meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 17°
Gio, 05/08/2021 - 00:20

data-top

giovedì 05 agosto 2021 | ore 01:09

Bonifica Prati della Folla

Bonifica del terreno in Prati della Folla: ecco i contributi economici. Da Regione Lombardia, infatti, 600 mila euro per realizzare gli interventi.
Turbigo - Terreni in Prati della Folla

Bonifica del terreno in Prati della Folla: ecco i contributi economici. "Certamente un traguardo importante - dice il sindaco di Turbigo, Christian Garavaglia - Da anni, infatti, come Amministrazione comunale stavamo chiedendo un intervento di Regione Lombardia per poter procedere, appunto, con la bonifica dell'area vicino all’impianto di depurazione, dove sono stati depositati fanghi alcuni decenni fa; lavori iniziati, ma che mai nessuno era riuscito a portare a termine a causa di numerosi problemi". E per i quali, adesso, sembra che finalmente qualcosa si sia mosso. "Con un progetto del 2015 il Comune ha definito puntualmente gli interventi da eseguire per risolvere le problematiche ambientali, chiedendo a Regione di finanziare le spese necessarie che ammontano a 600 mila euro - continua l'assessore Fabrizio Allevi - Una cifra significativa che però risulta fondamentale per la tutela del nostro territorio e del nostro ambiente. Mi sono impegnato in prima persona su questo problema insieme al sindaco: abbiamo fatto anche vari incontri con gli enti competenti e con la stessa Regione. Ora vedere arrivare il contributo ci dà molta soddisfazione”. "La conferma, dunque, dei 600 mila euro di sovvenzione ci permette di vedere la fine di un lavoro molto complesso e intricato - concludono il primo cittadino e l'assessore - Ringraziamo Regione Lombardia che si è dimostrata attenta e sensibile, finanziando gli interventi per il nostro ambiente".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento