meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Lun, 06/12/2021 - 12:50

data-top

lunedì 06 dicembre 2021 | ore 12:15

"Annamo bene... proprio bene!"

Avesse avuto davanti la 'Sora Lella', beh... forse gli avrebbe detto: "Annamo bene, proprio bene!". Il ministro Di Maio e il messaggio su Facebook sugli spostamenti a Natale.
Editoriali - Il messaggio del ministro Di Maio su Facebook (Foto internet)

Avesse avuto davanti la mitica 'Sora Lella', beh... molto probabilmente gli avrebbe detto: "Annamo bene, proprio bene!". Eh già, caro ministro Luigi Di Maio, perché la domanda, alla fine, viene spontanea. "Ma non fa parte anche lei dell'attuale governo?" e, soprattutto, "Non c'era pure lei quando si decideva di bloccare gli spostamenti tra Comuni nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno?". Sa, ce lo stiamo chiedendo dopo avere letto le sue dichiarazioni, pubblicate sulla sua pagina Facebook ufficiale, a nemmeno poco tempo di distanza da quella scelta. "Ritengo che sia assurdo non permettere ai familiari che abitano in piccoli Comuni limitrofi di trascorrere il Natale e il Capodanno insieme - ha scritto, appunto, lo stesso Di Maio - Lo dico per una questione logica. Ci sono grandi città da milioni di persone con una densità molto vasta dove è possibile spostarsi liberamente, mentre tra piccole comunità di poche migliaia di persone non è permesso. Questo è un problema che va risolto e mi auguro che tutte le forze di maggioranza siano d’accordo nel trovare una soluzione. Sarà già un Natale diverso rispetto agli altri, dove tutti avremo tante limitazioni e dovremo fare ancora più attenzione del solito per evitare la diffusione del virus, ma almeno dove possibile permettiamo alle famiglie di stare assieme. Naturalmente tutti i cittadini dovranno agire tenendo bene a mente che se non rispettiamo le norme anti Covid, quindi mascherina e distanziamento, il rischio di una terza ondata poi diventa concreto. Ma con senso civico e responsabilità riusciremo a trascorrere le feste insieme ai nostri cari. Tante persone, anche senza imposizioni o obblighi di legge, scelgono ogni giorno, in tanti piccoli gesti quotidiani, di essere prudenti e rispettosi. A loro va il mio grazie". Ecco, allora, caro ministro, non ce ne voglia, però, onestamente siamo rimasti un po' basiti e con una serie di interrogativi che, dalle scorse ore (da quando, cioè, è comparso questo messaggio), ci frullano in testa. "Chi c'era, insomma, al momento di mettere 'nero su bianco' l'ultimo Dpcm, con le varie restrizioni e limitazioni?". "Come, qualche giorno fa andava bene e adesso no?". "Non ci si confronta, prima di rendere ufficiali le misure, oppure fa tutto da solo il premier Giuseppe Conte?". Noi pensiamo che vi ritroviate e ne parliate, ci mancherebbe, anzi ne siamo sicuri, anche se qualche dubbio, purtroppo, resta...

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento